ULTIMA SFIDA DELLA STAGIONE: DOMENICA AL “BRIAMASCO” (ORE 15) ARRIVA IL BELLUNO

Ultimo impegno della stagione per il Trento che domenica pomeriggio (calcio d’inizio alle ore 15) ospiterà allo stadio “Briamasco” il Belluno, attualmente quintutimo (per la classifica avulsa) in graduatoria, in corsa per la salvezza diretta, ma allo stesso tempo non ancora sicuro di evitare la penultima piazza. Davanti al pubblico amico, sino a questo momento, il Trento ha conquistato tre vittorie (contro Levico Terme, Cjarlins Muzane e San Giorgio), sei pareggi e sette sconfitte, mentre il Belluno, in trasferta, ha un ruolino di marcia di due successi (contro Tamai ed Este), sette pareggi e sette sconfitte. Dirigerà l’incontro Marco Russo della sezione di Torre Annunziata, coadiuvato dagli assistenti Michele Piatti e Andrea Mazzeo, rispettivamente delle sezioni di Como e Busto Arsizio.

In campo.
Mister Loris Bodo non potrà disporre degli infortunati Badjan e Bonazzi, dello squalificato Sanseverino e ha convocato 23 giocatori.

I nostri avversari.
L’Associazione Calcio Belluno vede la luce nel 1905 con il nome di Olimpia. La squadra disputa il primo campionato ufficiale solo nel 1922, anno in cui si affilia al Comitato Regionale Veneto della FIGC con il nome di S.S: Bellunese Excelsior. In epoca moderna, il Belluno nella stagione sportiva 2002/2003 riesce nell’impresa di conquistare il Girone C di Serie D ed aggiudicarsi così il salto di categoria tra i professionisti. Negli anni in serie C la società veneta è guidata in panchina anche da Gianni Bortoletto, tecnico che nel 1997 trascinò l’allora Trento Calcio alla vittoria del campionato Interregionale. Dopo due stagioni nei professionisti il Belluno retrocede però in Serie D, categoria in cui trova la propria “dimora”.
La squadra guidata da Diego Zanin, che poche settimane fa ha preso il posto di Roberto Vecchiato, può contare su un gruppo formato per lo più da giocatori originari della provincia. L’elemento di spicco dell’organico veneto è l’attaccante (e capitano) Simone Corbanese, alla sua dodicesima stagione con la maglia del Belluno con cui ha disputato 317 partite in serie D e realizzato 124 reti. In C2 ha militato con Belluno (3 presenze) e Sacilese (41 presenze e 10 reti), mentre in serie D ha giocato anche con il Montebelluna, disputando 31 partite con 16 reti realizzate. Altri giocatori d’esperienza sono i centrocampisti Simone Bertagno, ex Sacilese in serie C2 (54 presenze), alla sua quindicesima stagione in serie D (ha giocato con Cordigliano, Jesolo, Sacilese, Real Vicenza e Belluno: per lui 429 presenze e 27 reti), Mike Miniati (7 stagioni in serie D con il Belluno più un’esperienza con Sandonàjesolo e Giorgione e un’annata in C2 con il Poggibonsi) e Yari Masoch (9 stagioni in serie D, tutte con il Belluno) e l’esterno Stefano Mosca, alla sua decima annata di fila in categoria con la maglia del sodalizio veneto con cui ha disputato 293 partite e messo a segno 37 gol.
I colori sociali del Belluno sono il giallo e il blu.

Gli ex della partita.
L’unico ex della sfida sarà il centrocampista veneto Marco Duravia, rientrato al Belluno a dicembre, lo scorso anno in forza al Trento con cui ha disputato 13 partite da settembre a dicembre.

I precedenti.
In campionato Belluno e Trento si sono affrontate complessivamente 39 volte. Il bilancio recita 11 successi per i nostri avversari, 10 per gli aquilotti e 18 pareggi, con 47 reti realizzate dai trentini e 44 di marca veneta. Eccezion fatta per la gara d’andata, l’ultimo doppio incrocio nel torneo di serie D tra le due formazioni risale alla stagione 2008 – 2009: all’andata la sfida disputata al “Briamasco” terminò 2 a 2 (reti di Lavecchia e Calgaro per gli aquilotti, Ferronato e Corbanese per gli ospiti), mentre al ritorno il Trento espugnò l’impianto bellunese per 2 a 1 grazie alla doppietta di La Canna con Solagna a firmare la rete della bandiera avversaria.
A settembre 2018 le due squadre si affrontarono anche in Coppa Italia, con il Trento che vinse la gara “secca” valevole per il primo turno: i tempi regolamentari si chiusero sul punteggio di 0 a 0 e i trentini successivamente s’imposero per 4 a 2 dopo i calci di rigore.
Curiosità: negli annali vi è traccia anche di una amichevole benefica, il cui ricavato venne destinato agli alluvionati del Polesine, disputata a Belluno il 25 novembre 1951 con risultato di 5 a 3 in favore dei padroni di casa.

Così all’andata.
La sfida disputata il 22 dicembre 2018 si è conclusa con il successo del Belluno per 1 a 0.

BELLUNO – TRENTO 1-0
BELLUNO (4-3-1-2): Burigana; Petdji, Visentin, Sommacal, Mosca; Masoch, Bertagno (36’st Duravia), Quarzago; Miniati; Salvadego (44’st Chiesa), Corbanese.
A disposizione: Pozzato, Pedrini, Gava, Fiabane, Zigon, Borgato, De Carlo.
Allenatore: Roberto Vecchiato.
TRENTO (3-4-3): Barosi; Carella, Panariello, Sabato (45’st Bosio); Trevisan (39’st Baronio), Furlan (6’st Bertaso), Frulla (25’st Paoli), Badjan; Ferraglia (20’st Roveretto), Cristofori, Petrilli.
A disposizione: Conci, Zucchini, Bosio, Romagna, Bonazzi.
Allenatore: Luciano De Paola.
ARBITRO: Turrini di Firenze (Gaddoni e Tagliaferri di Faenza).
RETE: 11’pt Corbanese (B).
NOTE: pomeriggio gelido. Campo in precarie condizioni. Spettatori 200 circa. Ammoniti Furlan (T) e Trevisan (T) per gioco falloso. Calci d’angolo 5 a 2 per il Belluno. Recupero 1′ + 5′.

Partite e arbitri della trentaquattresima (ore 15).
Adriese – Levico Terme (Longo di Cuneo)
Cartigliano – Sandonà (Calzavara di Varese)
Chions – Arzignano Valchiampo (Casalini di Pontedera)
Cjarlins Muzane – Campodarsego (Catanzaro di Catanzaro)
Delta Porto Tolle – Montebelluna (Arcidiacono di Acireale)
Este – San Giorgio (Frosi di Treviglio)
Trento – Belluno (Russo di Torre Annunziata)
Union Feltre – Clodiense Chioggia (Restaldo di Ivrea)
Virtus Bolzano – Tamai (Bordin di Bassano del Grappa)

La classifica del girone C.
Arzignano Valchiampo 69 punti; Adriese 65; Union Feltre 63; Campodarsego 60; Virtus Bolzano 49; Delta Porto Tolle 46; Montebelluna 45; Cjarlins Muzane 43; Este 41; Chions 39; Clodiense Chioggia e Cartigliano 38; Levico Terme 37; Belluno, Sandonà e Tamai 35; San Giorgio 33; Trento 26.

I convocati.
PORTIERI: Barosi (00); Guadagnin (99).
DIFENSORI: Baronio (99); Carella (98); Mureno (92); Panariello (88); Panizza (01); Romagna (99); Sabato (82); Zucchini (95).
CENTROCAMPISTI: Battisti (01); Bertaso (98); Frulla (92); Furlan (85); Paoli (97); Trevisan (00).
ATTACCANTI: Bosio (92); Cristofoli (83); Degasperi (01); Ferraglia (99); Islami (00); Petrilli (87); Roveretto (87).

Leave a Reply

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti e di profilazione, per personalizzare la tua esperienza utente. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi