IL TRENTO CERCA RISCATTO CONTRO LA PERGOLETTESE DELL’EX DE PAOLA

Al Briamasco domani arrivano i lombardi, quinta forza del girone B

La sconfitta di domenica scorsa contro la Bustese Milano City è già stata archiviata e domani pomeriggio il Trento va a caccia di punti pesanti in chiave salvezza contro la Pergolettese, una delle “big” del raggruppamento B, che attualmente occupa la quinta posizione in classifica. I lombardi sono in serie positiva da sei turni (4 vittorie e 2 pareggi), hanno già riposato e puntano con decisione almeno ad un posto nei playoff. La squadra di Antonio Filippini proverà a far valere il fattore campo: nelle ultime 6 gare interne, Furlan e compagni hanno sempre vinto e hanno piegato anche formazioni d’alta classifica del calibro di Virtus Bergamo e Pontisola. Calcio d’inizio alle ore 14.30 al “Briamasco”: la sfida sarà diretta dal signor Pietro Cannata della sezione di Faenza, coadiuvato dagli assistenti Najib Lafandi della sezione di Locri e Laura Cordani della sezione di Piacenza.

In campo
Assente per infortunio il solo Aron Giacomoni, mister Filippini ha convocato 21 giocatori per la sfida di domani. Torna a disposizione l’attaccante Alberto Pangrazzi.

I nostri avversari
L’Unione Sportiva Pergolettese 1932 (prima Us Pergolettese, poi Us Pergocrema nel 1974, Us Cremapergo nel 1994 e nuovamente Us Pergocrema nel 1992) è la società calcistica con maggior tradizione nella città di Crema, di cui rappresenta nominalmente il quartiere di Pergoletto.
Ha assunto il corrente appellativo ed assetto societario nel 2012, dopo che il 21 giugno il tribunale locale ebbe decretato il fallimento finanziario dell’Us Pergocrema 1932: tra la fine di tale mese e l’inizio di luglio la Figc ne dispose la radiazione e conferì la tradizione sportiva al Pizzighettone, previo cambio di ragione sociale e trasferimento della sede in quel di Crema.
La squadra vanta quale maggior successo della propria storia sette partecipazioni alla terza serie professionistica (nelle sue varie denominazioni), ottenendo quali migliori risultati due undicesimi posti. Con 24 partecipazioni, la Pergolettese è al primo posto, insieme alla Pro Vercelli, per quanto riguarda la speciale classifica nelle presenze nel campionato di Serie C2/Lega Pro Seconda Divisione.
Gli elementi di spicco dell’organico gialloblù so no senza dubbio l’esperto difensore centrale Matteo Contini, che vanta otto stagioni in serie A con le maglie di Parma (3), Napoli (3), Robur Siena e Atalanta per un totale di 192 presenze e 3 reti, due annate nella Liga Spagnola con il Real Saragozza (39 presenze) e cinque campionati di serie B con Avellino, Juve Stabia, Bari (2) e Ternana per un totale di 134 “gettoni” e il centravanti Carlo Ferrario, capocannoniere del girone con ben 20 marcature già al proprio attivo e “re” dei bomber dell’intera serie D nella stagione 2015 – 2016 quando, con la maglia del Bra, realizzò 32 reti in 34 partite. Attenzione anche ai centrocampisti Claudio Poesio (ben 12 stagioni Quarta Serie) e Alessio Manzoni, regista dei lombardi, che nel 2009 esordì anche in serie A con la maglia dell’Atalanta.

La probabile formazione della Pergolettese (4-3-3): Leoni (98), Brero (97), Baggi, Contini, Villa (99), Poesio, Manzoni, Dragoni, Morello (99), Ferrario, Boschetti.
A disposizione: Ghirlandi, Premoli, Piloni, Armanni, Piras, Guerci, Fantinato, Rossi, Peri.
Allenatore: Luciano De Paola.

Gli ex della partita.
Due saranno gli ex del match del “Briamasco”. Tra le fila trentine l’attaccante Emanuele Bardelloni, in rete sette giorni fa per la prima volta con la casacca gialloblù, ha vestito, in due riprese, la maglia della Pergolettese, la prima volta nella stagione 2013 – 2014 (31 presenze e 9 reti in serie C2), la seconda nella prima parte dell’annata 2015 – 2016, quando totalizzò 16 presenze e 3 reti in serie D, prima di trasferirsi – a gennaio – al Santarcangelo.
Il secondo ex sarà il tecnico ospite Luciano De Paola, da qualche mese alla guida della formazione cremasca, che guidò il Trento nelle ultime 22 partite della stagione 2012 – 2013, non riuscendo però a salvare la compagine gialloblù dalla retrocessione in Eccellenza.

I precedenti.
Oltre alla sfida d’andata, dal 2000 ad oggi sono quattro i precedenti in serie D tra le due formazioni. Indimenticabile – anche se, purtroppo, in negativo – quello del 15 maggio 15 maggio 2005, quando lo stadio “Briamasco” di Trento ospitò la sfida valevole per l’ultima giornata di campionato tra il Trentino Calcio e il Pergocrema. Si trattava di una sorta di spareggio, visto che in classifica i cremaschi precedevano di tre lunghezze i gialloblù che, in caso di successo, avrebbero raggiunto i lombardi in vetta per poi disputare un successivo spareggio promozione con vista C2. Ebbene, davanti a spalti gremiti, la formazione di casa, guidata all’epoca da Christian Maraner, accarezzò per trequarti di match il sogno di portare la contesa allo spareggio. Bari portò avanti gli aquilotti al 31′ con un magistrale calcio piazzato, ma al 73′ arrivò la doccia fredda con la rete avversaria di Petrone. Il match d’andata, disputato il 19 dicembre 2004 al “Voltini”, terminò invece 0 a 0.
Più recenti sono gli altri due precedenti in categoria, risalenti alla stagione 2012 – 2013 che, aspetto curioso, si chiuse anche in questo caso con il passaggio della Pergolettese (il cambio di denominazione era avvenuto nell’estate precedente) tra i professionisti. Il 12 dicembre 2012 la sfida d’andata disputata in Lombardia terminò con un pirotecnico pareggio per 2 a 2 con doppietta di Aquaro per i gialloblù. Il return match, invece, premiò di misura la “Pergo”, che il 21 aprile 2013 espugnò il “Briamasco” per 1 a 0 grazie al gol di Panepinto.

Così all’andata.
La sfida disputata domenica 8 ottobre 2017 allo stadio “Voltini” di Crema fece registrare un risultato di parità (2 a 2) per effetto delle marcature gialloblù realizzate nel primo tempo da Ferraglia e Lella, trasferitosi successivamente al Caravaggio nel corso del mercato di riparazione, e della doppietta dell’attaccante lombardo Ferrario.

PERGOLETTESE – TRENTO 2-2
PERGOLETTESE (4-3-3): Leoni; Premoli, Contini, Baggi, Villa; Poesio (28’st Boschetti), Manzoni (22’st Pezzi), Dragoni, Rossi, Ferrario, Morello (28’st Pedrabissi).
A disposizione: Guerreschi, Pizza, Armanni, Brero, Peri, Sonzogni.
Allenatore: Pierpaolo Curti.
TRENTO (4-2-3-1): Cuoco; Rippa (18’st Bertaso), Casagrande, Giacomoni, Diop; Furlan (41’st Appiah), Boldini; Ferraglia (28’st Pangrazzi), Duravia, Lillo (22’st Kyeremateng); Lella (18’st Calcagnotto).
A disposizione: Grubizza, Paoli, Zecchinato, Bacher.
Allenatore: Roberto Vecchiato.
ARBITRO: Restaldo di Ivrea (Citterio di Verona e  Scapini di Legnago).
RETI: 12’pt Ferraglia (T), 23’pt Lella (T), 24’st e 40’st Ferrario (P).
NOTE: spettatori 550 circa. Campo in cattive condizioni. Giornata calda e soleggiata. Ammoniti Contini (P), Dragoni (P), Furlan (T) e Casagrande (T), tutti per gioco falloso. Calci d’angolo 13 a 4 per la Pergolettese. Recupero 0′ + 5′.

LA CLASSIFICA DEL GIRONE B
Rezzato 52 punti; Aurora Pro Patria* 51; Pontisola 47; Darfo Boario 45; Pergolettese* 43; Virtus Bergamo 39; Lecco 36; Caravaggio 35; Levico Terme 34; Bustese Milano City* 32; Ciliverghe Mazzano, Crema e Lumezzane 29; Trento 27; Scanzorosciate* 25; Ciserano 22; Grumellese* 19; Dro Alto Garda 18; Romanese* 10. *: una partita in meno.

I CONVOCATI
PORTIERI: Festa (99); Matin (98).
DIFENSORI: Badjan (99); Carella (98); Casagrande (91); Kostadinovic (92); Sorbo (91); Toscano (98).
CENTROCAMPISTI: Appiah (93); Bacher (88); Bertaso (98); Boldini (92); Bortoli (94); Dadson (90); Furlan (85); Paoli (97).
ATTACCANTI: Aperi (92); Bardelloni (90); Ferraglia (99); Pangrazzi (98); Zecchinato (90).

 

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi