TORNANO IN CAMPO UNDER 17 E UNDER 15: PRIMA SETTIMANA D’ALLENAMENTI PER LE FORMAZIONI DELL’ATTIVITÀ AGONISTICA. IL RESPONSABILE MARCO FONTANA: “LO STOP È STATO LUNGHISSIMO E, DUNQUE, È IL MOMENTO DI PREPARARE… LA PREPARAZIONE. MASSIMO RISPETTO DELLE NORME DI SICUREZZA”

Chiamiamola pure pre… preparazione. La sosta “forzata” è stata lunghissima, praticamente di sei mesi, e tutti avevano una gran voglia di tornare a calcare il campo verde. Per ora solamente esercizi di mobilità e a corpo libero, nel rigoroso rispetto delle distanze, ma il primo passo è stato compiuto.
Per le formazioni Under 17 e Under 15, sia le compagini Elite che quelle Provinciali, finalmente è arrivato il momento di tornare in campo. Due allenamenti sul manto in erba sintetica, come “antipasto” di un percorso che porterà i giovani atleti alla preparazione “vera e propria” in vista della prossima stagione.
Sotto gli occhi dei tecnici e dei preparatori atletici del Settore Giovanili, gli atleti classe 2004, 2005 e 2006 hanno ripreso ufficialmente l’attività dopo aver visto – bruscamente – interrotti allenamenti e gare ufficiali per lo stop all’attività imposto, ormai all’inizio di marzo, dall’Autorità Governativa a causa della diffusione del Covid-19.
La parola d’ordine era ed è ora più che mai “sicurezza” con il Direttore Tecnico Alberto Nabiuzzi, il Responsabile del Settore Giovanile Giovanni Gardelli e il Responsabile dell’Attività Agonistica Marco Fontana che si sono confrontati a lungo nelle scorse settimane e pianificato al meglio la ripresa degli allenamenti.
“Non poteva essere altrimenti – spiega Fontana – e, infatti, abbiamo studiato in maniera approfondita i protocolli e ci siamo adoperati per far sì che i ragazzi potessero allenarsi nel totale rispetto di quelle che sono le norme previste. Prima dell’ingresso all’impianto sportivo abbiamo misurato la temperatura a tecnici e atleti, riportando i dati sull’apposito registro che va conservato per quattordici giorni. Gli allenatori e i preparatori presenti hanno indossato la mascherina per tutta la durata delle sedute, il distanziamento sociale è stato garantito in ogni momento ed è stato accuratamente evitato ogni utilizzo di materiale che avrebbe potuto essere “condiviso”, ovvero palloni, pettorine e quant’altro. I ragazzi non hanno usufruito degli spogliatoi e delle docce e la struttura dell’ “Orione” è dotata di un dispenser di gel igienizzante, a disposizione di tutti i presenti. Abbiamo posticipato di qualche giorno la ripresa degli allenamenti proprio per pianificare al meglio ogni dettaglio, senza lasciare nulla al caso. Ovviamente abbiamo iniziato a ranghi ridotti, visto il periodo di vacanza, ma era fondamentale ripartire dopo uno stop così lungo”.

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti e di profilazione, per personalizzare la tua esperienza utente. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi