LA CORSA SALVEZZA DEL TRENTO RIPARTE DAL DARFO BOARIO

Dopo due settimane, i gialloblù fanno visita alla quarta forza del torneo

Dopo il forzato stop di domenica scorsa, causato dalle abbondanti precipitazioni che hanno reso inagibile il “Comunale” di Darfo Boario Terme, il Trento torna in campo domani pomeriggio (calcio d’inizio alle ore 14.30) contro la formazione bresciana, quarta in classifica e in piena corsa per un posto nei playoff. In graduatoria i lombardi vantano 54 punti, 32 dei quali conquistati davanti al pubblico amico. La compagine aquilotta, invece, va a caccia della terza vittoria esterna dopo quelle maturate contro Scanzorosciate e Levico Terme. Il Trento attualmente è sestultimo in classifica a quota 31, a più sei rispetto alla Grumellese. Arbitrerà la sfida il Signor Gabriele Gandolfo della sezione di Bra, coadiuvato dai collaboratori Davide Santarossa e Paolo Tricarico, rispettivamente delle sezioni di Pordenone e Udine.

In campo.
Per la sfida in Lombardia, mister Antonio Filippini ha convocato 20 giocatori. L’unico indisponibile è l’attaccante Alberto Pangrazzi, ai box per un problema muscolare.

I nostri avversari.
L’Unione Sportiva Darfo Boario venne fondata nel 1937 e fu una delle prime società calcistiche della Vallecamonica e dell’Alto Sebino. Al termine della stagione 1987/1988 i neroverdi vennero promossi per la prima volta nell’allora Interregionale, dove restarono per ben undici stagioni. La seconda promozione in Quarta Serie è invece datata 2006 seguito, otto anni dopo, da un’altra retrocessione in Eccellenza (2014), con il debuttante Roberto De Zerbi, ex giocatore del Trento e oggi tecnico del Benevento in serie A, in panchina. Il resto è storia recente con il Darfo Boario che nel 2016 trionfa nel massimo campionato lombardo e riconquista la serie D. In panchina c’era già l’attuale tecnico Ivan Del Prato, alla sua terza stagione di fila – dunque – alla guida della compagine camuna. Gli elementi di spicco dell’organico neroverde sono l’attaccante esterno Francesco Zanardini, top scorer della formazione neroverde con ben 11 centri, che in carriera ha militato tra i pro con Bellaria Igea Marina (29 presenze e 1 gol in serie C2) e Lumezzane (40 presenze in tre stagioni in C1), prima di trasferirsi nel campionato di serie B rumeno dove ha vestito le maglie di Fc Bihor Oradea (due campionati) e Uta Arad (una stagione) per poi fare rientro in Italia proprio al Darfo Boario, all’inizio della stagione 2015 – 2016.
Meritevoli di menzioni sono anche il centrocampista Michel Panatti, cresciuto nel settore giovanile della Fiorentina ed ex Avellino, Como, Aversa Normanna e Sporting Bellinzago, anch’egli al terzo campionato di fila con i bresciani e autore già di cinque reti in categoria al pari dell’altro interno Riccardo Vaglio (ex Seregno, Como e Lecco), il “tuttofare” 32enne Leonardo Muchetti, già in C2 con Pergocrema, Montichiari, Renate e AlbinoLeffe (205 presenze complessive e 16 reti) e in serie D con Nuova Albano, Montichiari, Grumellese e Darfo Boario, dove aveva già militato nella seconda parte della stagione 2011/2012 e l’attaccante Cristian Spampatti, già in categoria con Tritium (49 presenze e 11 reti), Monza (13 presenze e 1 gol), Borgosesia (20 presenze e 4 gol) e Cavenago Fanfulla (12 presenze e 1 rete), che vanta anche un centinaio di presenze tra i professionisti con Tritium (76 presenze e 4 gol) e Renate (26 presenze e 4 gol). il tecnico Del Prato dovrà probabilmente fare a meno degli under Nicholas Filippi, Savoini e Rizzi.

La probabile formazione del Darfo Boario (4-4-3): Rdifi (99), Muchetti, Bakayoko, Lucenti, Martinazzoli (99), Mondini (00), Panatti, Forlani (97), Galelli, Spampatti, Zanardini
A disposizione: Petrisor, Lebran, Bruno, Vaglio, L. Filippi, Taboni, Lauricella, Nibali, Cruz.

Gli ex della partita.
Nessun ex tra campo e panchina nelle due formazioni.

I precedenti.
Quello di oggi sarà l’ottavo confronto diretto, compresa ovviamente la gara di ottobre, andato in scena nell’ultimo decennio. Nella stagione 2007 – 2008 la sfida d’andata si concluse con un pareggio per 2 a 2 con reti locali di Curnis e Rossetti e marcature gialloblù a firma di Cvektovic e Sessolo. Nella sfida di ritorno il Darfo Boario espugnò invece il “Briamasco” grazie alla rete di Davide Rossi. Il doppio confronto si ripropose nella stagione 2010 – 2011: la sfida d’andata, andata in scena a Darfo Boario, terminò anche questa volta in parità con rete gialloblù di Piroli e pareggio nel finale di Moras. Al ritorno fu invece successo di misura, 1 a 0, per il Trento grazie al rigore di Colella. L’ultimo doppio incrocio risale alla stagione 2012 – 2013: al “Briamasco” s’imposero gli aquilotti per 1 a 0 grazie al gol di Edoardo Rossi, mentre il return match premiò i bresciani che s’imposero per 3 a 2 grazie alla doppietta di Berta e il gol di Baresi, che vanificarono le reti gialloblù di Alberti e Mazzetto.

Così all’andata.
La sfida disputata il 29 ottobre 2017 allo stadio “Briamasco” si concluse, con il Trento che fermò la corsa di quella che, all’epoca, era la capolista del girone B.

TRENTO – DARFO BOARIO 0-0
TRENTO (4-4-2): Scali; Toscano, Giacomoni, Calcagnotto, Paoli; Ferraglia (43’st Rippa), Furlan, Bertaso (25’st Pangrazzi), Duravia (25’st Appiah); Zecchinato (31’st Diop), Lella (46’st Kyeremateng).
A disposizione: Cuoco, Casagrande, Cavagna, Boldini.
Allenatore: Roberto Vecchiato.
DARFO BOARIO (4-2-3-1): Petrisor; Bruno (40’pt Martinazzoli – 37’st Baccanelli), Lucenti, Bakayoko, Savoini; Panatti, Forlani; Galelli (17’st Vaglio), Lauricella (21’st Nibali), Zanardini; Spampatti.
A disposizone: Rdifi, Lebran, N. Filippi, Fratus, L. Filippi.
Allenatore: Ivan Del Prato.
ARBITRO: D’Eusanio di Faenza (Tortolo di Basso Friuli e Dellasanta di Trieste).
NOTE: spettatori 400 circa. Campo in buone condizioni. Espulso Paoli (T) al 30’st per fallo di reazione. Ammoniti Lella (T) e Galelli (D) per gioco falloso. Calci d’angolo 8 a 2 per il Trento. Recupero 1′ + 4′.

Come raggiungere Darfo Boario Terme.
Imboccare l’A22 in direzione Modena e prendere l’uscita “Affi – Lago di Garda Sud”. Proseguire poi su SR450 in direzione Milano/Peschiera e poi imboccare SR249 sino allo svincolo per A4. Continuare su A4 in direzione Milano (44,2 km) sino all’uscita Brescia Ovest. Successivamente mantenere la sinistra, prendere la terza uscita verso SP 11 Tangenziale Sud per Milano/Lago d’Iseo. Dopo 2,9 km imboccare SP 510 in direzione Darfo Boario Terme. Lo stadio “Comunale” è situato in via Mario Rigamonti 50, in località “Isola di Montecchio”.

LA CLASSIFICA DEL GIRONE B
Rezzato 64 punti; Pontisola* 59; Aurora Pro Patria** 56; Darfo Boario* 54; Pergolettese** 49 punti; Virtus Bergamo* 46; Lecco* 43; Caravaggio* 39; Bustese Milano City* 38; Ciliverghe Mazzano* 37; Lumezzane* 35; Levico Terme** 34; Crema** 32; Trento** 31; Scanzorosciate** 29; Ciserano* 26; Grumellese** 25; Dro Alto Garda** 21; Romanese** 10. **: due partite in meno; *: una partita in meno.

I CONVOCATI

PORTIERI: Festa (99); Matin (98).
DIFENSORI: Carella (98); Casagrande (91); Giacomoni (87); Kostadinovic (92); Sorbo (91); Toscano (98).
CENTROCAMPISTI: Appiah (93); Bacher (88); Bertaso (98); Boldini (92); Bortoli (94); Dadson (90); Furlan (85); Paoli (97).
ATTACCANTI: Aperi (92); Bardelloni (90); Ferraglia (99); Zecchinato (90).

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi