IL TRENTO CERCA SUBITO IL RISCATTO: DOMANI ARRIVA IL LUMEZZANE

Al “Briamasco” (ore 14.30) va in scena la sfida salvezza contro i bresciani

Archiviata prontamente la sconfitta di domenica contro il Caravaggio, per il Trento è già il momento di tornare in campo: domani pomeriggio (kick off alle ore 14.30) i gialloblù affronteranno il Lumezzane nella sfida valevole per la terza giornata del girone di ritorno. Al “Briamasco” gli aquilotti proveranno ad accorciare le distanze dai bresciani, che in classifica precedono il club di via Sanseverino di quattro lunghezze. La squadra lombarda non ha ancora vinto nel 2018, mentre il Trento ha conquistato 9 punti nelle ultime quattro partite disputate, recupero contro il Crema compreso. Arbitrerà la sfida il signor Di Giovanni della sezione di Caserta, coadiuvato da Valeri di Maniago e Panic di Trieste.

In campo.
Il tecnico Antonio Filippini ha convocato 20 giocatori per la sfida al Lumezzane. Out lo squalificato Emanuele Bardelloni e gli infortunati Bakari Badjan e Alberto Pangrazzi, prima “chiamata” per il difensore della squadra juniores, il classe 2000 Andrea Ermon. Prima convocazione per il neoacquisto Simone Festa, portiere classe ’99 arrivato in settimana dal Brescia.

I nostri avversari.
L’Ac Lumezzane è stato fondato nel 1946. Dopo aver militato nei tornei provinciali e regionali, nel 1993 conquista la promozione in serie C2 e, per i successivi venticinque anni, calca sempre e solo i campi professionistici, sfiorando anche la promozione in serie B nel 2004, quando viene sconfitto nella finale playoff dal Cesena. La retrocessione è arrivata al termine della scorsa stagione e, successivamente, la società ha presentato domanda di ripescaggio, senza però che questa venisse accolta.
Affidata al tecnico laziale Rosolino Puccica, alla sua prima esperienza in rossoblù, la squadra bresciana annovera tra le proprie fila diversi elementi di qualità ed esperienza, su tutti gli attaccanti Alessandro De Respinis, ex Mantova, Santarcangelo e Siracusa, alla sua prima esperienza in serie D dopo cinque stagioni tra i “pro” ed Edoardo Defendi, ex Feralpisalò, San Marino, Como, Arezzo, Melfi e Santarcangelo, anch’egli alla prima avventura tra i dilettanti.

La probabile formazione (4-4-2): Pasotti – Annoni, Soragna (00), Torelli, Taino – Stanghellini (97), Rachele (98), Lauria, Minelli (98) – De Respinis, Defendi.
A disposizione: Romeda, Sola, Barbaro, Zaccaria, Lazzarin, Giampietro, Yabre, Tettamanti, Crivaro.

Gli ex della partita.
Tanti, tantissimi – tra campo e panchina – saranno gli ex della sfida del “Briamasco”. In primis il tecnico Antonio Filippini e il suo “vice” Paolo Quartuccio, che guidarono il Lumezzane nella seconda parte della stagione 2015 – 2016 (conquistando la salvezza in serie C) e nella prima parte di quella successiva. Anche il preparatore dei portieri Davide Zomer ha militato tra le fila del Lumezzane, ma da giocatore, esattamente nel girone di ritorno della stagione 2007 – 2008 in serie C2.
Trascorsi nella Bresciana anche per il difensore aquilotto Federico Sorbo (37 presenze e 1 gol lo scorso anno) e, soprattutto, il centrocampista Papa Dadson, per quattro campionati (dal 2009 al 2013) punto di forza dei lombardi in serie C1.

I precedenti.
Eccezion fatta per la sfida dell’andata, negli ultimi vent’anni non esistono precedenti tra le due formazioni, avendo il Lumezzane militato – a partire dalla stagione 1993 – 1994, in serie C1 e C2.

Così all’andata.
La sfida disputata il 13 settembre allo stadio “Tullio Saleri” di Lumezzane fece registrare il successo del Trento, che s’impose per 1 a 0  e conquistò il primo successo stagionale grazie alla rete realizzata al 73′ da Zecchinato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LUMEZZANE – TRENTO 0-1

LUMEZZANE (4-3-3): Romeda; Rachele, Comina, El Badaoui, Farimbella; Rezzi (34’st Giorgi), Sola, Lazzarin; Spanò, Tettamanti, Minelli.

A disposizione: Peroni.

Allenatore: Rosolino Puccica.

TRENTO (4-3-3): Cuoco; Toscano, Calcagnotto, Diop, Badjan; Furlan, Bacher (18’st Bertaso), Appiah (8’st Kyeremateng), Duravia (26’st Boldini), Lella (44’st Pangrazzi), Paoli (8’st Zecchinato).

A disposizione: Grubizza, Rippa, Casagrande, Pangrazzi, Ferraglia.

Allenatore: Roberto Vecchiato.

ARBITRO: Quattrociocchi di Latina (Sugamiele e Dajci di Cesena).

RETE: 28’st Zecchinato (T).

NOTE: spettatori 100 circa. Campo in pessime condizioni. Ammoniti Lazzarin (L), Rezzi (L) per gioco falloso. Calci d’angolo 7 a 1 per il Trento. Recupero 0′ + 4′.

 

I CONVOCATI

Portieri: Festa (99); Matin (98).

Difensori: Carella (98); Casagrande (91); Ermon (00); Giacomoni (87); Kostadinovic (92); Sorbo (91); Toscano (98).

Centrocampisti: Appiah (93); Bacher (88); Bertaso (98); Boldini (92); Bortoli (94); Dadson (90); Furlan (85); Paoli (97).

Attaccanti: Aperi (92); Ferraglia (99); Zecchinato (90).

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi