scrivi una mailfacebookTwitterinstagramYoutubeFlickr RSS

UN OTTIMO TRENTO NON BASTA: IL CILIVERGHE MAZZANO S’IMPONE PER 2 A 1

iniziative, prima squadra |
ciliverghe_trento_ferraglia

Generosa prova degli aquilotti: non bastano la rete di Furlan. Il palo e le parate di West - Astuti regalano i tre punti ai bresciani

Il Trento gioca meglio, “fa” la partita, ma non basta: allo “Sterilgarda” di Mazzano i padroni di casa del Ciliverghe s’impongono per due a uno grazie alla rete messa a segno nei minuti finali da Chinelli. La squadra gialloblù recupera l’iniziale svantaggio grazie al “siluro” su punizione di Furlan, centra un clamoroso palo interno con Lella, crea ma non concretizza almeno altre due nitidissime palle gol, ma non riesce a sfondare il “muro” dei bresciani. E, nel finale, arriva la rete “beffarda” dei padroni di casa. Gli aquilotti restano fermi a quota 7 in classifica e domenica prossima riceveranno il Darfo Boario, una delle due capolista del girone.

Live match.

A Molinetto di Mazzano il tecnico gialloblù Roberto Vecchiato si affida al “4-4-2″ con Calcagnotto preferito a Casagrande al centro della difesa e il rientrante Toscano sulla corsia di destra. In mezzo al campo tocca a Bacher fare coppia con capitan Furlan, mentre il tandem d’attacco è composto dal bomber Lella e da Kyeremateng, alla “prima” da titolare in stagione.
Il Trento inizia con il piede premuto sull’acceleratore: dopo trenta secondi Duravia vede l’estremo difensore di casa West – Astuti fuori dai pali e prova a beffarlo con una conclusione dalla lunga distanza, ma la sfera si perde alta sopra la traversa e al 3′ Kyeremateng s’incunea in area dalla sinistra, ma viene contrastato efficacemente da Trajkovic al momento di battere a rete. Con il passare dei minuti la formazione di casa guadagna campo e spinge soprattutto sulle fasce. Al 20′ il risultato si sblocca e sono proprio i due esterni offensivi del Ciliverghe ad essere protagonisti: Mauri scende sulla sinistra e crossa al centro per Bitihene, che taglia dalla destra, controlla, si libera di Paoli e poi batte Cuoco con una conclusione precisa a fil di palo. Furlan e compagni provano a reagire immediatamente: al 28′ è proprio il capitano gialloblù a recuperare la sfera sulla trequarti per poi liberare il destro, ma West – Astuti è ben piazzato e blocca il tiro rasoterra. Di mollare la presa gli aquilotti non ne vogliono proprio sapere e il forcing del Trento produce i propri effetti alla mezz’ora, quando arriva il pareggio. Calcio di punizione da venticinque metri in favore della squadra di Vecchiato: Bacher appoggia per Furlan che esplode un gran destro che, complice una leggera deviazione della barriera, s’insacca sotto la traversa con il capitano che può così festeggiare il suo primo “centro” stagionale.
Passano tre minuti e Paoli recupera un gran pallone sulla sinistra e pesca in verticale Kyeremateng, che si aggiusta il pallone ma viene rimontato da Andriani che smorza la conclusione del numero novantanove. Il Trento è padrone del campo e sfiora nuovamente il vantaggio: traversone dalla destra di Duravia, colpo di testa di Lella con la palla che supera il portiere bresciano ma si stampa sull’interno del palo. Arriva di gran carriera Ferraglia che, però, per due volte, spedisce alto sopra la traversa da pochi passi.
Nel primo tempo non accade più nulla. La ripresa inizia sotto una pioggia battente e il Trento si fa vedere in area avversaria al 51′ con un insidioso traversone di Furlan che West – Astuti blocca, anticipando l’accorrente Lella. Sul ribaltamento di fronte De Vita centra teso in area piccola e la difesa gialloblù sbroglia con De Angelis e Mauri in agguato. La formazione trentina gioca decisamente meglio e al 62′ ha un’occasionissima per passare a condurre: lancio dalle retrovie di Furlan, “buco” di Zucchini e il neoentrato Zecchinato s’invola in solitaria, si presenta a tu per tu con West – Astuti e cerca la conclusione rasoterra con l’esterno, ma il tiro risulta “strozzato” e viene deviato in corner dal portiere bresciano. Il centravanti aquilotto ci riprova pochi minuti dopo: stop e gran sinistro da fuori area con palla che termina a lato non di molto. Il ritmo cala e il campo pesante non facilita le trame palla a terra: al 76′ si rivede il Ciliverghe con una conclusione da lontano di Barwuah, fratello di Mario Balotelli, che Cuoco para senza troppe difficoltà. All’84’ Duravia lascia partire un insidiosissimo tiro cross dalla destra che West – Astuti blocca in due tempi proprio sulla linea di porta.
Il Trento gioca meglio e prova a vincere la partita ma, a due minuti dal triplice fischio, arriva la doccia “gelata”: ripartenza del Ciliverghe con Del Bar che si accentra e batte a rete, Cuoco respinge proprio sui piedi dell’accorrente Chinelli (entrato in campo da pochissimo) che appoggia in rete da pochi passi. I gialloblù si riversano nella metà campo avversaria e al 92′ sfiorano il pareggio: traversone dalla sinistra di Zecchinato e conclusione in corsa di Duravia dai sedici metri leggermente deviata da un difensore di casa e super risposta di West – Astuti, che devia in corner con un intervento di puro istinto.
Finisce così: il Trento esce immeritatamente sconfitto e resta fermo a quota 7 in classifica.

Il tabellino dell’incontro.

CILIVERGHE MAZZANO – TRENTO 2-1
CILIVERGHE MAZZANO (4-2-3-1): West-Astuti; Torri, Andriani, Zucchini, Daeder; Vignali, Trajkovic (13’st Comotti); Bitihene (45’st Sanni), De Vita (20’st Del Bar), Mauri (30’st Barwuah); De Angelis (37’st Chinelli).
A disposizione: Poffa, Sperandio, Ragnoli, Miglio.
Allenatore: Elia Pavesi.
TRENTO (4-4-2): Cuoco; Toscano, Calcagnotto, Giacomoni, Paoli; Ferraglia (42’st Pangrazzi), Furlan, Bacher; Duravia; Lella (42’st Boldini), Kyeremateng (13’st Zecchinato).
A disposizione: Grubizza, Rippa, Casagrande, Diop, Appiah, Gattamelata.
Allenatore: Roberto Vecchiato.
ARBITRO: Villa di Rimini (Ravaioli di Forlì e Siboni di Faenza).
RETI: 20’pt Bitihene (C), 30’pt Furlan (T), 43’st Chinelli (C).
NOTE: spettatori 250 circa. Campo pesante a causa della pioggia caduta prima e durante la gara. Ammoniti Comotti (C), Trajkovic (C) e Duravia (T) per gioco falloso, Chinelli (C) per comportamento non regolamentare. Calci d’angolo 4 a 3 per il Trento. Recupero 1′ + 3′.

Archivio news

JUNIORES IN TRASFERTA A ROVIGO, ALLIEVI E GIOVANIS...
iniziative, settore giovanile | 17 nov 2017

La Juniores Nazionale non ha intenzione di fermarsi, mentre Allievi e Giovanissimi Elite vanno a caccia del... tredici....

IL WEEKEND DELLE GIOVANILI GIALLOBLU...
iniziative, settore giovanile | 14 nov 2017

Allievi e Giovanissimi Elite non perdono un colpo e vincono ancora, la Juniores pareggia contro il quotato Montebelluna...

LA TRASFERTA A ROMANO DI LOMBARDIA È AMARISSIMA P...
iniziative, prima squadra | 12 nov 2017

Il Trento si dimostra "vivo", ma esce a mani vuote dal "Comunale" di Romano di Lombardia nella quattordicesima giornata...

LIVE MATCH: ROMANESE – TRENTO
iniziative, prima squadra | 12 nov 2017

90'+4' - Finita a Romano di Lombardia! La Romanese supera il Trento per 2 a 1.90'+1' - Mazzetti esce in presa alta e...

Categorie news

© Copyright 2014 - A.C. Trento S.C.S.D.
Giacca - costruzioni elettrichegruppo marchiolBlue City
Risto3Acli ServiziCassa Rurale di TrentoItas assicurazioni