È UN TRENTO BELLISSIMO: DAVANTI AI 1.300 DEL “BRIAMASCO” I GIALLOBLÙ PIEGANO PER 2 A 0 LA CAPOLISTA LECCO. DECIDONO LE RETI DI BALLARINI E ATTYS NEL PRIMO TEMPO. NELLA RIPRESA SUPER DESPLANCHES BLINDA IL RISULTATO PARANDO UN RIGORE A MANGNI

Al “Briamasco” è un Trento bellissimo. Grazie ad un primo tempo scintillante e ad una ripresa di forza e volontà, i gialloblù piegano per 2 a 0 la capolista Lecco nel match valevole per la 30esima giornata – l’11esima del girone di ritorno – del campionato di serie C.
Decidono le reti di Ballarini e Attys, che scavano immediatamente il solco tra la compagine di Bruno Tedino e i lombardi e, nella ripresa, gli ospiti spingono forte, si guadagnano un calcio di rigore, ma Desplanches, prestazione eccellente la sua, respinge la conclusione di Mangni.
Il Trento conquista l’ottava vittoria e il decimo risultato utile nel girone di ritorno (su undici gare disputate), sale a quota 40 in classifica e domenica prossima scenderà in campo al “Breda” (ore 14.30) per affrontare la Pro Sesto, prima della classe.

Live match.
Mister Tedino deve fare a meno degli infortunati Damian e Barison e dei lungodegenti Osuji, Brigheni e Cazzaro e si affida all’ormai collaudato “4-3-1-2”, proponendo Desplanches tra i pali, mentre il quartetto difensivo è composto da Vitturini e Fabbri sulle corsie esterne con Ferri e Garcia Tena al centro. In mezzo al campo Suciu agisce da playmaker con Ballarini e Di Cosmo interni, mentre Attys agisce da trequartista alle spalle del tandem offensivo formato da Sipos e Petrovic.
Il match sale subito di tono, con ritmi altissimi sin dalle prime battute: dopo un botta e risposta, firmato Attys per i gialloblù e Zambataro per gli ospiti, al 10’ il Trento passa a condurre. Meraviglioso lancio dalle retrovie di Vitturini che trova l’inserimento di Ballarini, che attacca splendidamente lo spazio, si presenta a tu per tu con Melgrati e lo batte con un dosatissimo lob, che s’insacca nella porta lecchese nonostante il disperato tentativo di recupero di Enrici.
La replica ospite arriva al 14: piazzato da venti metri di Zambataro e super risposta in tuffo di Desplanches, che alza oltre la traversa.
Il Trento è padrone del campo al 26’ arriva il raddoppio: Attys lotta sulla sinistra con un avversario, perde il possesso della sfera, lo recupera, entra in area e poi insacca con uno splendido destro ad effetto sul secondo palo.
I gialloblù controllano, al 39’ Petrovic incorna a lato il traversone di Fabbri e poi c’è solamente il duplice fischio del direttore di gara.
Ripresa che si apre con gli ospiti all’assalto: il neoentrato Mangni si presenta subito a tu per tu con Desplanches, ancora super nel bloccare la conclusione del centravanti avversario. Entra Carletti, al rientro dopo l’infortunio, per un generosissimo Sipos. Al 64’ un piazzato dalla sinistra battuto dai lombardi, rimbalza a terra e tocca il palo, prima di essere allontanato dai gialloblù e, subito dopo, Attys interviene fallosamente in area ai danni di Girelli. L’arbitro indica il dischetto con Mangni che si presenta dagli undici metri e apre il “piattone”, trovando la super risposta di Desplanches, che respinge con l’attaccante ospite che fallisce il rebound non inquadrando lo specchio della porta.
Entrano Terrani e Garofalo, al posto rispettivamente di Petrovic e Attys e, da questo momento, il Trento non rischia praticamente più, facendosi vedere in area avversaria con un destro di Carletti che termina di poco alto.
Nel finale dentro anche Semprini e Sangalli per Ballarini e Vitturini e l’ultimo sussulto è un gran sinistro da fuori area di Giudici, sul quale Desplanches vola e mette in corne con la mano di richiamo.
Finisce 2 a 0 per il Trento, che domenica prossima sarà di scena al “Breda” di Sesto San Giovanni (kick off alle ore 14.30) per affrontare la capolista Pro Sesto.

Il tabellino.

TRENTO – LECCO 2-0 (2-0)
TRENTO (4-3-1-2): Desplanches; Vitturini (36’st Sangalli), Ferri, Garcia Tena, Fabbri; Ballarini (36’st Sangalli), Suciu, Di Cosmo; Attys (23’st Garofalo); Sipos (5’st Carletti), Petrovic (23’st Terrani).
A disposizione: Marchegiani, Trainotti, Pasquato, Ruffato, Galazzini, Simonti.
Allenatore: Bruno Tedino.
LECCO (3-5-2): Melgrati; Celjak, Battistini, Enrici; Lepore (34’st Scapuzzi), Girelli, Zuccon, Lakti (1’st Giudici), Zambataro (1’st Mangni); Bunino (16’st Pinzauti), Tordini.
A disposizione: Stucchi, Maffi, Maldini, Stanga, Cusumano, Bianconi, Ardizzone, Galli.
Allenatore: Luciano Foschi.
ARBITRO: Grasso di Ariano Irpino (Assistenti: Parisi di Bari e Linari di Firenze. IV Ufficiale: Rodighiero di Vicenza).
RETI: 10’pt Ballarini (T), 26’pt Attys (T).
NOTE: spettatori 1.300 circa. Campo in discrete condizioni. Pomeriggio caldo e soleggiato. Ammoniti Ferri (T), Fabbri (T), Garofalo (T), Mangni (L) per gioco falloso, Attys (T) e Carletti (T) per comportamento non regolamentare. Calci d’angolo 4 a 0 per il Lecco. Recupero 0’ + 5’.

Cookie Consent with Real Cookie Banner