TRAINOTTI, CARINI E RUFFO LUCI STENDONO IL LECCO: IL TRENTO È MERAVIGLIOSO E TRAVOLGE I LOMBARDI PER 3 A 0. PRESTAZIONE SUPER DEI GIALLOBLÙ: È IL TERZO RISULTATO UTILE CONSECUTIVO: SONO 7 I PUNTI CONQUISTATI NELLE ULTIME TRE GIORNATE

Un Trento autoritario, compatto e concentrato domina il Lecco e piega per 3 a 0 i lombardi nella sfida valevole per la quindicesima giornata d’andata del campionato di serie C. Prestazione ai limiti della perfezione per la compagine di Carmine Parlato, che al “Briamasco” travolge i lecchesi al termine di un match a seno unico, che i gialloblù hanno condotto dal primo all’ultimo minuto senza subire nemmeno un tiro in porta. Di Trainotti, al primo centro stagionale, Carini e Ruffo Luci, quest’ultimo alla prima segnatura tra i professionisti, le reti aquilotte, che permettono al Trento di conquistare la quinta vittoria stagionale – la quarta casalinga – e salire al nono posto in classifica, a quota 19 punti.
Domenica prossima trasferta in Lombardia per affrontare la Pro Sesto, attualmente ultima della fila.

Live match.

Mister Parlato deve fare a meno di Izzillo, Galazzini, Bigica e Comper e si affida al “3-4-1-2” già proposto domenica scorsa a Trieste con Chiesa tra i pali e terzetto difensivo formato da Seno, Trainotti e Carini. In mezzo al campo Nunes e Osuji agiscono in posizione centrale con Caporali e Simonti a presidiare le corsie esterne e Belcastro è il trequartista alle spalle del tandem offensivo formato da Pasquato e Barbuti.
ll Trento assume immediatamente il comando delle operazioni, si posiziona nella metà campo avversaria e schiaccia il Lecco. Al 12’ Pasquato cerca i pali della porta ospite direttamente su calcio piazzato, il suo tiro termina alto. Passano tre minuti e i gialloblù vanno in vantaggio: punizione di Pasquato da venti metri, Pissardo para ma non trattiene e sulla sfera si avventa capitan Trainotti, che scaraventa in rete da pochi passi, realizzando così il suo primo gol stagionale.
Gli ospiti accusano il colpo e al 22’ il Trento va ad un soffio dal raddoppio: ripartenza in campo aperto di Pasquato, che apre per Barbuti, il cui “piattone” viene bloccato dal portiere lecchese.
Il match è un monologo della squadra di Parlato: al 23’ il traversone di Belcastro non trova compagni a centroarea.
Il Lecco prova a spezzare l’assedio con due calci piazzati dal limite dell’area in rapida successione: il primo, di Morosini, termina sulla barriera, il secondo, calciato da Iocolano, viene bloccato senza problemi da un attento Chiesa.
Al 36’ Barbuti alza bandiera bianca per un problema fisico e viene avvicendato da Chinellato, ex di turno della sfida.
Al riposo il Trento è avanti, meritatamente, ma al rientro in campo i gialloblù alzano ulteriormente i giri del motore: Pasquato ci prova subito con un bel tiro al volo che trova la risposta di Pissardo, poi è Chinellato a cercare i pali con una conclusione d’esterno destro, ma la sfera termina alta.
Nunes slalomeggia tra gli avversari in mezzo al campo e strappa gli applausi del pubblico al 60’, mentre un minuto più tardi è Carini a far saltare tutti in piedi.
Calcio d’angolo battuto dalla destra da Pasquato e perfetto colpo di testa da centroarea del difensore gialloblù che, senza saltare, impatta fortissimo il pallone e lo spedisce a fil di palo per il 2 a 0.
Il Lecco non reagisce e sono i gialloblù a spingere ancora: all’81’ esce Belcastro e al suo posto entra Ruffo Luci, che al quarto dei sei minuti di recupero, trova la meritata gioia personale.
Il centrocampista gialloblù riceve in area ed è freddissimo a tu per tu con Pissardo: conclusione rasoterra sul primo palo e palla in fondo al sacco.
Prima del triplice fischio c’è spazio anche per l’esordio in campionato di Oddi, che prende il posto di Pasquato.
Il Trento vince, convince e sale a quota 19 in classifica: domenica 28 novembre trasferta in terra lombarda per affrontare la Pro Sesto.

Il tabellino.

TRENTO – LECCO 3-0 (1-0)
TRENTO (3-4-1-2): Chiesa; Seno, Trainotti, Carini; Caporali, Nunes, Osuji, Simonti; Belcastro (36’st Ruffo Luci); Pasquato (49’st Oddi), Barbuti (36’pt Chinellato).
A disposizione: Cazzaro, Marchegiani, Ferrara, Scorza, Raggio, Dionisi, Vianni, Pattarello.
Allenatore: Carmine Parlato.
LECCO (3-4-1-2): Pissardo; Celjak, Battistini, Enrici; Masini, Kraja, Galli (19’st Lora), Zambataro (41’st Buso); Morosini (27’st Petrovic); Iocolano, Ganz (19’st Tordini).
A disposizione: Ndiaye, Ciancio, Lakti, Merli Sala, Reda, Bia, Sperandeo.
Allenatore: Mauro Zironelli.
ARBITRO: Grasso di Ariano Irpino (Collaboratori: Laghezza di Mestre e Cecchi di Roma 1. IV Ufficiale: Turrini di Firenze).
RETI: 15’pt Trainotti (T), 16’st Carini (T), 49’st Ruffo Luci (T).
NOTE: spettatori un migliaio circa. Campo in buone condizioni. Giornata calda. Ammoniti Chinellato (T), Carini (T), Battistini (L), Enrici (L) per gioco falloso, Seno (T) per comportamento non regolamentare, Dionisi (T), Ndiaye (L) per proteste. Calci d’angolo 3 a 1 per il Lecco. Recupero 1’ + 6’.

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti e di profilazione, per personalizzare la tua esperienza utente. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi