CONTRO LA VIRTUS VERONA (ORE 17.30) IL TRENTO VA A CACCIA DEL PRIMO SUCCESSO IN TRASFERTA. PER IL MATCH DEL “GAVAGNIN – NOCINI” DI DOMENICA POMERIGGIO I GIALLOBLÙ POTRANNO CONTARE ANCHE SU DIONISI, CAPORALI E ODDI

Terza sfida in sette giorni per il Trento, che domenica 7 novembre sarà di scena allo stadio “Gavagnin – Nocini” (calcio d’inizio alle ore 17.30) per affrontare in trasferta la Virtus Verona, undicesima forza del torneo, nel match valevole per la tredicesima giornata d’andata del campionato di serie C.
Dopo la sfida casalinga di domenica scorsa contro la Pergolettese e l’impegno di metà settimana di Coppa Italia contro l’Albinoleffe, i gialloblù andranno a caccia della prima vittoria esterna del torneo.
Sino a questo momento in trasferta il Trento ha disputato sei gare, conquistando 2 punti per effetto di 2 pareggi (contro Piacenza e Pro Vercelli) e 4 sconfitte (contro Südtirol, Renate, Padova e Legnago Salus) con uno score complessivo di 2 reti realizzate e 10 subite, mentre – davanti al pubblico amico – la Virtus Verona ha giocato 5 gare, totalizzando 7 punti per effetto di 1 successo (contro il Fiorenzuola)e 4 pareggi (contro Piacenza, Legnago Salus, Pro Vercelli e Triestina) con 6 reti realizzate e 5 al passivo.
La sfida tra Virtus Verona e Trento sarà trasmessa in diretta streaming su Eleven Sports.

Così in campo.
Mister Parlato recupera Caporali, Dionisi e Oddi, deve rinunciare a Bigica e Comper e ha convocato 23 giocatori.

I nostri avversari.
Fondata nel 1921, la Virtus Verona è la seconda realtà calcistica della città scaligera. Nel 2006 sale per la prima volta in serie D, conquistando nel 2013 il passaggio tra i professionisti dopo aver vinto i playoff nazionali. L’esperienza tra i “pro” dura una sola stagione, vista la retrocessione del 2014.
Il ritorno in serie C è datato 2018 e la retrocessione del 2019 è “sanata” dall’immediata riammissione in categoria.
Gli elementi di spicco dell’organico guidato dal presidente – allenatore Luigi Fresco, dal 1973 alla Virtus Verona, di cui è tecnico della prima squadra dal 1982, sono il portiere classe 1998 Sheikh Sini, dal 2016 alla Virtus e numero uno della nazionale del Gambia, il centrocampista islandese Emil Hallfredsson (178 presenze e 5 reti in serie A con Reggina, Verona, Udinese e Frosinone, 73 presenze e 1 rete con la Nazionale Islandese) e gli attaccanti Rachid Arma (22 presenze e 2 reti in serie B con Torino, Cittadella e Vicenza, 374 presenze e 130 reti in serie C con Spal, Carpi, Pisa, Reggiana, Pordenone, Triestina, Vicenza e Virtus Verona) e Andrea Nalini (40 presenze e 2 reti in serie A con il Crotone, 45 presenze e 3 reti in serie B con Crotone, Salernitana e Vicenza, 47 presenze e 3 reti in serie C con Virtus Verona, Salernitana e Vicenza).
I colori sociali della Virtus Verona sono il rosso e il blu e la squadra veneta gioca le gare interne allo stadio “Gavagnin – Nocini”, la cui capienza è di 1.500 posti.

Gli ex della partita.
Sono tre gli ex della sfida, tutti tra le fila gialloblù. Si tratta del portiere Mattia Chiesa, alla Virtus dal 2019 al 2021, il difensore e capitano Andrea Trainotti, che con la formazione veronese ha disputato quattro campionati, due di serie C e due in serie D e l’attaccante Vincenzo Ferrara, in rossoblù nell’annata 2018 – 2019.

I precedenti.
Quello di domenica sarà il primo incrocio in ambito professionistico.
Sono invece sei i precedenti in gare ufficiali tra le due formazioni, tutti in serie D. Trento e Virtus Verona si sono affrontate nella stagione 2006 -2007 (doppio pareggio per 0 a 0), nella stagione 2008 – 2009 (successo gialloblù per 3 a 1 e vittoria veneta per 1 a 0) e nell’annata 2010 – 2011 (pareggio per 1 a 1 e vittoria per 4 a 2 della Virtus).

La terna arbitrale.
A dirigere Virtus Verona – Trento sarà Simone Taricone, appartenente alla sezione di Perugia, alla sua seconda stagione in serie C: sino a questo momento ha diretto complessivamente 13 gare di campionato, 2 di Coppa Italia e 11 tra campionato e Coppa “Primavera”.
Gli assistenti saranno Marco Colaianni e Pio Carlo Cataneo, appartenenti rispettivamente alle sezioni di Bari e Foggia con Vincenzo D’Ambrosio Giordano della sezione di Collegno nelle vesti di Quarto Ufficiale.

Il programma della tredicesima giornata.
Sabato 6 novembre 2021.

Pergolettese – Triestina (ore 14.30)
Pro Patria – Fiorenzuola (ore 14.30)
Domenica 7 novembre 2021.
Juventus U23 – Lecco (ore 14.30)
Piacenza – Renate (ore 14.30)
Pro Sesto – Südtirol (ore 14.30)
Albinoleffe – Pro Vercelli (ore 17.30)
Feralpisalò – Giana Erminio (ore 17.30)
Legnago Salus – Seregno (ore 17.30)
Mantova – Padova (ore 17.30)
Virtus Verona – Trento (ore 17.30)

La classifica.
Südtirol* 27 punti; Padova e Renate 26; Feralpisalò 24; Pro Vercelli 19; Lecco e Albinoleffe 17; Triestina 16; Juventus U23 15; Pro Patria 14; Virtus Verona e Piacenza 13; Seregno, Fiorenzuola, Trento e Pergolettese (-2); Legnago Salus*, Giana Erminio e Pro Sesto 11; Mantova 10.
*: una partita in meno.

Tv e Internet.
La sfida tra Virtus Verona e Trento sarà trasmessa in diretta streaming all’indirizzo www.elevensports.it (servizio a pagamento) a partire dalle ore 17.30. Sul sito www.actrento.com sarà proposta la diretta testuale dell’incontro in modalità livescore e gli aggiornamenti saranno sempre attivi anche sui Social Network gialloblù.

I convocati.
Portieri: >Cazzaro (1999); Chiesa (2000).
Difensori: Carini (1990); Dionisi (1985); Galazzini (2000); Oddi (2002); Raggio (2001); Seno (2000); Simonti (2000); Trainotti (1993).
Centrocampisti: Caporali (1994); Izzillo (1994); Nunes (1994); Osuji (1990); Ruffo Luci (2001); Scorza (2000).
Attaccanti: Barbuti (1992); Belcastro (1991); Chinellato (1991); Ferrara (1993); Pasquato (1989); Pattarello (1999); Vianni (2001).

Cookie Consent with Real Cookie Banner