NON C’È DUE SENZA TRE PER IL DIRETTORE SPORTIVO ATTILIO GEMENTI E MISTER CARMINE PARLATO RADDOPPIA: LA PRESENTAZIONE DI DS E TECNICO. IL PRESIDENTE MAURO GIACCA: “NOI SIAMO MOLTO CONTENTI, LORO ANCHE E ABBIAMO REALIZZATO IL DESIDERIO DEI TIFOSI. MEGLIO DI COSÌ…”

Cinque giorni appena sono trascorsi dal termine del campionato di serie D e, a conti fatti, quello del Direttore Sportivo Attilio Gementi e dell’allenatore Carmine Parlato, dopo il triplice fischio della sfida contro il Chions, è stato un “arriverderci a prestissimo”.

Detto e fatto, perché il matrimonio con l’uomo mercato e il tecnico è stato prolungato nel giro di pochi giorni, per non dire ore.

“La volontà del Club – ha spiegato il Direttore Generale Werner Seeber nel corso della conferenza stampa di presentazione di Gementi e Parlato – è sempre stata quella di confermare Direttore Sportivo e allenatore. Non c’è mai stato alcun dubbio, ma si trattava di trovarsi, guardarsi in faccia e definire alcuni aspetti, perché bisogna essere in due per concludere un accordo. Anche in questo senso non c’è stata alcuna difficoltà e siamo felici di poter proseguire nel percorso con questi due professionisti, che nella scorsa stagione hanno dimostrato di possedere grandi capacità tecniche, spiccate doti umane e un grande attaccamento alla nostra realtà”.

Per la terza stagione di fila toccherà, dunque, ad Attilio Gementi costruire la squadra. L’uomo mercato padovano, protagonista di due promozioni in due anni, è già pronto e al lavoro da qualche giorno per costruire il Trento del futuro.

“Non posso che ringraziare tutto il Club per la fiducia accordatami per la terza stagione di fila – ha commentato il Ds Attilio Gementi -. Non c’è due senza tre, ma io vorrei diventasse che non c’è tre senza quattro e non c’è quattro senza cinque. Io amo Trento e i trentini, sono qui e lavorerò sodo per permettere a questi colori di togliersi tante soddisfazioni anche in un campionato difficile quale è la serie C. Cosa cambia? Le dinamiche del gioco del calcio sono le stesse in ogni categoria, poi ovviamente ci sono tantissimi aspetti diversi ma, in questo senso, abbiamo la fortuna di avere un Direttore Generale e un Segretario Generale che conoscono il professionismo come le proprie tasche e, dunque, siamo in una botte di ferro. Il lavoro sarà tanto ma non mi spaventa e, come nella passata stagione, sceglieremo prima l’uomo che il calciatore, perché senza i valori non si va da nessuna parte, non si crea un gruppo forte e non si raggiungono gli obiettivi”.

Conferma anche per Mister Carmine Parlato che, non fa mistero, non ha mai pensato nemmeno per un secondo di lasciare Trento.

“Io sono qui – queste le parole del tecnico gialloblu – e, dunque, il resto sono state e sono solo chiacchiere. Sono più emozionato oggi rispetto ad un anno fa, perché porto con me le sensazioni e l’affetto che ho vissuto e provato nel corso della splendida stagione appena conclusa. Avevo una gran voglia di tornare in serie C e non vedo l’ora di cominciare a lavorare di nuovo per questi colori. Io non faccio promesse, perché non sono solito sbilanciarmi, ma posso garantire che “combatterò” contro tutti e darò il massimo per far sì che il Trento possa tornare ai fasti di una volta. Vogliamo, e mi sento di parlare a nome anche dello staff e della squadra che verrà, regalare le soddisfazioni che meritano il Club e i tifosi, che dal primo giorno che sono arrivato mi hanno fatto sentire a casa e accolto come uno di loro. Li ringrazio per l’affetto: loro sono felici e me l’hanno già dimostrato, ma io certamente non sono da meno”.

Chiusura con il Presidente Mauro Giacca, felicissimo di poter lavorare ancora con il Direttore Sportivo da lui scelto due anni or sono e Mister Parlato.

“Non abbiamo mai pensato, nemmeno per un secondo – ha concluso il numero uno gialloblu -, che Gementi e Parlato non sarebbero stati dei “nostri”. La nostra volontà era quella di proseguire con loro, loro volevano restare e i tifosi volevano fortemente che entrambi fossero confermati. Posso dire che siamo tutti contenti e adesso proseguiamo nel lavoro di rafforzamento del Club che, già con l’arrivo del Direttore Generale Werner Seeber e del Segretario Generale Renato Schena, ha compiuto un ulteriore e notevole salto di qualità”.

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti e di profilazione, per personalizzare la tua esperienza utente. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi