AL “BRIAMASCO” ARRIVA l’ANAUNE VAL DI NON E IL TRENTO VUOLE CONSOLIDARE IL PRIMATO. SPALTI CHIUSI PER L’EMERGENZA CORONAVIRUS: LA SFIDA SARÀ TRASMESSA IN DIRETTA SUL CANALE YOUTUBE UFFICIALE DELLA SOCIETÀ A PARTIRE DALLE ORE 14.50

Dopo la vittoria ottenuta nell’impegno infrasettimanale contro il Bozner, il Trento torna in campo (calcio d’inizio alle ore 15) per affrontare l’Anaune Val di Non nella sesta giornata di ritorno del campionato d’Eccellenza.
I gialloblù, che già mercoledì prossimo torneranno in campo per la sfida di  Coppa Italia contro il Sandonà, hanno allungato in classifica nei confronti del San Giorgio, ora distante undici lunghezze dalla formazione guidata da Flavio Toccoli.
In casa, sino a questo momento, il Trento ha disputato 10 partite, vincendone 8 (contro Lana, Termeno, Bozner, Maia Alta, Brixen, San Paolo, Comano Fiavè e San Martino Moso) e perdendone 2 (contro Arco 1895 e Lavis) con uno score complessivo di 30 reti realizzate e 7 al passivo, mentre l’Anaune – che attualmente occupa la dodicesima posizione in graduatoria – ha disputato lontano dal campo di Cles 9 gare, vincendone 2 (contro Bozner e Comano Fiavè), pareggiandone altrettante (contro Mori Santo Stefano e ViPo Trento) e perdendone 5 (contro Rotaliana, San Giorgio, San Martino Moso, Termeno e Arco 1895), segnando 8 reti e subendone  16.
La gara, come noto, verrà disputata a porte chiuse, come stabilito dal Decreto del Presidente del Consiglio del 4 marzo 2020, e sarà trasmessa in diretta sul profilo youtube ufficiale della società (https://www.youtube.com/user/AcTrentoCalcio) a partire dalle ore 14.50.
Dirigerà l’incontro Daniele Ugolini della sezione di Trento, coadiuvato dagli assistenti Zihadul Azam e Linda De Carli, rispettivamente delle sezioni di Arco Riva e Rovereto.

In campo.
Mister Toccoli ha convocato 20 giocatori tra i quali Marcolini, prossimo al recupero.

I nostri avversari.
L’Unione Sportiva Dilettantistica Anaune Val di Non è una delle realtà calcistiche con maggior storia della provincia di Trento. Fondata nel 1905, nel 2012 ha acquisito l’attuale denominazione dopo la fusione con l’Ac Valle di Non, realtà nata nel 2005. Nel corso del suo ultracentenario percorso il sodalizio di Cles ha calcato anche i cap della serie D, esattamente dal 1972 al 1977 e militato per tante stagioni nella massima categoria regionale. Il ritorno in Eccellenza è storia recente visto che, dopo diciassette anni passati tra Promozione e Prima Categoria, nel 2017 la realtà nonesa è rientrata nel massimo campionato regionale dopo aver vinto con ampio margine il torneo di Promozione trentino.
Gli elementi di spicco dell’organico sono l’esperto difensore Cipriano Morano (diverse stagioni in serie D per lui), l’esterno Francesco Pinamonti, il centrocampista Marco Borghesi (ex Mezzocorona e Altovicentino) e gli attaccanti Nicolò Biscaro (lo scorso anno in serie D con il Levico Terme), Gianluca Bentivoglio (30 presenze e 5 reti in serie D con il Mezzocorona), Nicola Micheli (10 presenze e 1 gol in serie D con il Mezzocorona) e Shklkjim Mismi.
I colori sociali dell’Anaune Val di Non sono il giallo e il blu e la formazione nonesa gioca le gare interne allo stadio “Comunale” di Cles.

Gli ex della partita.
Sono ben cinque gli ex di turno della sfida, tutti tra le fila dell’Anaune, a cominciare dal tecnico Fabrizio Libanoro, subentrato a stagione in corso a Manuel Mariotti, in forza in passato al Trento come allenatore nel settore giovanile e con al proprio attivo anche un paio di panchine in prima squadra in Eccellenza in sostituzione dello squalificato Orsini.
Quattro, invece, sono i calciatori ancora in attività che vantano trascorsi in gialloblù, ovvero i difensori Cipriano Morano (da novembre 2010 a dicembre 2012 in serie D ed Eccellenza), Andrea Pederzolli (nel settore giovanile) e Simone Faes, quest’ultimo cresciuto nel vivaio e in campo per 7 volte con la formazione maggiore in serie D nell’annata 2010 – 2011. L’attaccante Gianluca Bentivoglio è, invece, un recentissimo ex, avendo indossato la maglia del Trento dal 2015 al 2017 in Promozione (21 presenze e 7 gol) ed Eccellenza (24 presenze e 6 gol) con due promozioni e altri quattro trofei (una Coppa Italia regionale, due Coppa Italia provinciali e un Euregio Cup) annessi.

I precedenti.
Negli ultimi sei anni Trento e Anaune Val di Non si sono affrontate ben undici volte (compresa la gara d’andata), quattro in campionato e sei nella fase provinciale di Coppa Italia. Il bilancio complessivo recita sei successi per la squadra del capoluogo, due pareggi e due vittorie per i nonesi. Nella stagione 2013 – 2014 il match valevole per il primo turno di Coppa Italia terminò 0 a 0, mentre nell’annata successiva, in campionato, l’Anaune vinse per 1 a 0 al “Briamasco” (rete di Pinamonti), mentre il Trento s’impose al ritorno con un netto 4 a 1 “griffato” dalle marcature di Diagne, Elia e Gattamelata e dall’autorete di Fanti con rete locale di Panizza. Nella stagione 2015 – 2016 le due formazioni s’incrociarono per ben cinque volte: in campionato il Trento s’impose 2 a 0 all’andata (Gironimi e Lucena Gonzalese) che al ritorno (3 a 0 con gol di Boldini, Appiah e Veronese), mentre il Coppa Italia il primo confronto terminò 0 a 0 (nella fase a gironi) e nella doppia sfida di semifinale la squadra aquilottò dilagò, vincendo per 3 a 0 e 4 a 0.
L’ultimo doppio confronto risale alla stagione 2016 – 2017: le due squadre si ritrovarono nuovamente di fronte nella semifinale di Coppa Italia con l’Anaune Vdn che vinse la prima gara (1 a 0, autorete dei Demetz) e il Trento che ribaltò il risultato al ritorno, imponendosi per 2 a 0 con marcature di Conci e Brusco.

Così all’andata.
La sfida disputata lo scorso 5 ottobre a Cles, si concluse con il successo del Trento per 2 a 0 grazie alla doppietta di Sottovia.

ANAUNE VDN – TRENTO 0-2
ANAUNE VDN (4-3-3): Depetris; Segna, Morano, Faes, Pederzolli (31’st Menghini); Pittino, Odorizzi (32’st Micheli), Nella; Misimi, Bentivoglio, Biscaro (35’st Kurtaj).
A disposizione: Ordenes, Selber, Bertolini, Pinamonti, Jahic.
Allenatore: Manuel Mariotti.
TRENTO (4-3-1-2): Cazzaro; Paoli (18’st Badjan), Trainotti, Carella, Pellicanò; Caporali, Pettarin, Santuari (1’st Battisti); Baido (18’st Trevisan); Pietribiasi, Sottovia.
A disposizione: Conci, Panizza, Marcolini, Fontana, Longo.
Allenatore: Flavio Toccoli.
ARBITRO: Ismail di Rovereto (Azam di Arco Riva e Tincul di Trento).
RETI: 8’pt e 24’st Sottovia (T).
NOTE: spettatori 300 circa. Campo in buone condizioni. Serata fredda. Ammoniti Bentivoglio (A), Paoli (T), Trainotti (T) e Pellicanò (T). Calci d’angolo 5 a 1 per il Trento. Recupero 0′ + 3′.

Partite e arbitri della ventunesima giornata (ore 15)
Arco 1895 – ViPo Trento (Torini di Bolzano)
Comano Terme Fiavè – Mori Santo Stefano (Jerec di Bolzano)
Lana – Lavis (Mantoan di Trento)
Rotaliana – San Paolo (Albano di Venezia)
San Giorgio – Brixen (Frattari di Bolzano)
San Martino Moso – Maia Alta (Caresia di Trento)
Termeno – Bozner (Schmid di Rovereto)
Trento – Anaune Vdn (Ugolini di Trento)

La classifica.
Trento 52 punti; San Giorgio 41; Termeno 32; Arco 1895 31; Mori Santo Stefano 29; Lana, Lavis e ViPo Trento 28; Maia Alta 27; Brixen 25; Bozner 22; Anaune Vdn 21; Rotaliana, Comano Terme Fiavè e San Martino Moso 20; San Paolo 19.

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti e di profilazione, per personalizzare la tua esperienza utente. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi