CAPORALI CI METTE LA TESTA, SOTTOVIA SEGNA UN GOL DA FAVOLA E IL TRENTO STENDE IL SAN GIORGIO. A BRUNICO FINISCE 2 A 0 PER I GIALLOBLÙ, CHE VOLANO A PIÙ SEI IN CLASSIFICA E SONO CAMPIONI D’INVERNO CON 90′ D’ANTICIPO

Big match doveva essere e così è stato. Davanti al pubblico delle grandi occasioni, con tantissimi tifosi saliti dal capoluogo in val Pusteria per sostenere la squadra, il Trento supera per 2 a 0 il San Giorgio grazie al colpo di testa in apertura di Caporali e alla strepitosa rovesciata di Sottovia e vola a più sei in classifica rispetto ai pusteresi. Con 90′ d’anticipo, grazie ad un prova d’autorità e di rigore tattico, i gialloblù si laureano campioni d’inverno del torneo d’Eccellenza: domenica ultimo impegno del girone d’andata al “Briamasco” contro il Comano Terme Fiavè.

Live match.

Mister Flavio Toccoli deve fare a meno dell’infortunato Cazzaro e si affida al “4-3-1-2” con Conci a protezione dei pali e linea difensiva formata da Paoli e Badjan sulle corsie esterne con Trainotti e Carella al centro. Capitan Pettarin agisce da playmaker con Caporali e Santuari interni, mentre Trevisan viene proposto come trequartista alle spalle del tandem offensivo formato da Pietribiasi e Sottovia.
Pronti via e il Trento sblocca immediatamente la contesa a proprio favore: dopo nemmeno due minuti Trevisan batte un corner dalla sinistra, Caporali taglia sul primo palo e “spizza” la sfera che, nonostante il tentativo di rinvio di Roland Harrasser, s’insacca nella porta di casa.
Il San Giorgio accusa il colpo e al 10′ potrebbe capitolare nuovamente quando Sottovia si presenta a tu per tu con Negri Bevilacqua, bravo a sbarrare la strada in uscita al bomber gialloblù. Con il passare dei minuti i locali aumentano d’intensità e si fanno vedere dalle parti di Conci, ma esclusivamente sugli sviluppi di palle inattive. Al 16′ Orfanello non riesce a deviare la sfera dal limite dell’area piccola e, subito dopo, il colpo di testa di Althuber scheggia il palo, complice la deviazione involontaria di un giocatore aquilotto.
Poi è il Trento che torna a macinare gioco: al 22′ Sottovia pesca in area il generoso Pietribiasi che di testa sfiora il montante e poi è ancora “Caporali show” con il “tuttocampista” trentino che prima manca di pochissimo il bersaglio con un tiro da fuori area e poi si presenta a tu per tu con l’estremo difensore altoatesino (su meravigliosa imbeccata di Santuari), abilissimo a sbarrargli la strada con il piede. Il primo tempo si chiude con un’altra conclusione del numero sette che termina la propria corsa sul fondo dopo una deviazione.
La ripresa si apre con gli stessi effettivi sul terreno di gioco, anche se dopo cinque minuti mister Toccoli avvicenda Santuari con Battisti. L’agonismo sale e fioccano le ammonizioni, soprattutto tra le fila del San Giorgio. Dopo un disimpegno da “brividi” tra Carella e Conci, al 66′ i locali restano in dieci: Ritsch entra duro su Pettarin in area di rigore trentina e si becca il secondo “giallo” ad appena nove minuti di distanza dal primo.
Morini prova a cambiare le carte in tavola, ma al minuto 72 il match si chiude. Sottovia scappa in contropiede, salta netto Brugger e poi calcia con Negri Bevilacqua che compie un altro miracolo con il piede. Poco male perché, sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, il centravanti aquilotto si produce in una strepitosa rovesciata, potente e precisa, che spedisce il pallone laddove il portiere di casa non può proprio arrivare.
Nei restanti minuti non accade più nulla con il Trento che gestisce agevolmente le operazioni e conduce in porto una vittoria pesante e meritata. I gialloblù salgono a quota 37 in classifica e si portano a più sei sul San Giorgio.
Domenica ultima fatica del girone d’andata, allo stadio “Briamasco” contro il Comano Terme Fiavè, ma prima ci sarà da pensare alla semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la ViPo Trento, in programma mercoledì sera (ore 20) sul manto dell’impianto di via Sanseverino.

Il tabellino.

SAN GIORGIO – TRENTO 0-2
SAN GIORGIO (4-3-1-2): Negri Bevilacqua; Gietl (29’st Siller), G. Brugger, Althuber, Aichner; Cia, R. Harrasser (29’st Zulic), Ritsch; S. Harrasser (15’st T. Piffrader); Orfanello (37’st Bachlechner), Schwingshackl (38’st P. Piffrader).
A disposizione: Prieth, Lercher, Passler, Fofana.
Allenatore: Patrizio Morini.
TRENTO (4-3-1-2): Conci; Paoli, Trainotti, Carella, Badjan; Caporali, Pettarin, Santuari (5’st Battisti); Trevisan; Pietribiasi, Sottovia.
A disposizione: Marcolla, Marcolini, Panizza, Baido, Celfeza, Ferraglia, Spiro.
Allenatore: Flavio Toccoli.
ARBITRO: Tonini di Bolzano (Repetto e Rieder di Bolzano).
RETI: 2’pt Caporali (T), 27’st Sottovia (T).
NOTE: spettatori 500 circa. Campo in buone condizioni. Giornata fredda. Espulso al 21’st Ritsch (SG) per doppia ammonizione. Ammoniti i tecnici Morini (SG) e Toccoli (T) e i giocatori Aichner (SG), Althuber (SG), T. Piffrader (SG), Carella (T), Santuari (T) e Badjan (T). Calci d’angolo 6 a 4 per il San Giorgio. Recupero 1′ + 5′.

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti e di profilazione, per personalizzare la tua esperienza utente. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi