IL TRENTO ESPUGNA IL “DE VARDA” E VOLA A PIÙ QUATTRO SUL SAN GIORGIO: LE RETI DI SOTTOVIA, PAOLI E BADJAN PIEGANO LA ROTALIANA. E CONCI PARA IL CALCIO DI RIGORE BATTUTO DA DAUTI

Il gol di Sottovia dopo quattro minuti, e le spettacolari reti di Paoli e Badjan nella ripresa, permettono al Trento di espugnare il “De Varda” di Mezzolombardo e superare un’ottima Rotaliana. La marcatura del momentaneo pareggio di Rella non basta ai biancazzuri per interrompere la striscia della truppa di mister Toccoli che, grazie al pareggio tra San Giorgio e Comano Fiavè, riesce ad allungare in classifica portandosi a quattro punti di vantaggio sull’inseguitrice altoatesina a tre giornate dal termine del girone d’andata. Da segnalare anche la fondamentale parata di Conci al 58’, che respinge il calcio di rigore battuto da Dauti.
Domenica prossima si torna davanti al pubblico amico del “Briamasco” per affrontare l’Arco 1895.

Live match.

Mister Toccoli si affida al consueto “4-3-1-2” per fronteggiare la Rotaliana: Conci trova ancora posto tra i pali, protetto da Paoli, Badjan, Carella, e Panizza, con quest’ultimo che prende il posto dell’acciaccato Trainotti. Pettarin agisce, come sempre, da playmaker davanti alla difesa, mentre Trevisan e Caporali affiancano il capitano gialloblù a centrocampo. Ferraglia riveste ancora una volta il ruolo di “trequartista atipico”, collocandosi alle spalle di Pietribiasi e Sottovia.
La partita inizia subito con ritmi serrati e, dopo quattro giri di lancette dal fischio d’inizio, il Trento passa a condurre: Caporali approfitta di una respinta imprecisa della difesa locale per avventarsi sul pallone e per servire Sottovia in area che, con una precisa deviazione sottomisura, batte Rossatti firmando il vantaggio. La risposta della Rotaliana non tarda ad arrivare e Wegher riesce ad arrivare alla conclusione dopo essersi infilato tra le maglie della difesa gialloblù. Il tiro dell’attaccante è molto potente e Conci è costretto a rifugiarsi in corner. Lo stesso numero sette di casa, si rende pericoloso anche tre minuti più tardi, quando sfiora lo specchio della porta con un bel destro al volo.
Al 23’ il Trento riesce a controbattere le offensive locali e sfiora il raddoppio con Pietribiasi che, lanciato a rete, prova a sorprendere Rossatti con un pallonetto da posizione defilata che termina di poco a lato. Alla mezz’ora torna invece a farsi vedere la Rotaliana e la potente conclusione di Rella dai sedici metri viene respinta ancora una volta da Conci che, poco prima dell’intervallo, mette i guantoni anche sulla conclusione di Moser.
La ripresa stenta invece a decollare e il primo affondo dei biancoazzurri mette in seria difficoltà il Trento: Badjan viene sorpreso alle spalle dal perfetto inserimento di Ermon e, tentando di recuperare il pallone, colpisce l’avversario commettendo fallo in area di rigore.
Sul dischetto si presenta Dauti che trova però la provvidenziale opposizione di Conci, abile a tuffarsi sulla propria sinistra bloccando anche il pallone. Al 62’ torna a farsi vedere il Trento, con Pietribiasi che ha ancora sui propri piedi la chance per il raddoppio e, servito da Battisti, prova la soluzione di potenza da dentro l’area, trovando però la parata in tuffo di Rossatti. Sei minuti più tardi, invece, la Rotaliana riesce a capitalizzare e il radente sinistro in diagonale di Rella dai sedici metri vale il pareggio della formazione di casa, con il pallone che s’insacca all’angolino basso.
La truppa di mister Toccoli non ci sta però e, dopo due soli giri di lancette, rimette la testa avanti: Paoli riceve palla sulla destra, si mette in proprio accentrandosi verso la porta e scagliando un destro fulmineo da oltre venti metri che lascia di sasso Rossatti. Il goal del pendolino gialloblù spegne la formazione di Marignoli che prova, senza successo, a rimettersi in partita con i cambi.
La partita scivola fino al novantesimo ma, prima del triplice fischio c’è spazio anche per l’eurogol di Badjan: il difensore classe 99’ recupera palla sulla propria trequarti, s’invola in solitaria oltre la metà campo, alza la testa e lascia partire un sinistro dalla traiettoria beffarda che sorprende Rossatti da oltre quaranta metri.
È l’epilogo di una partita sofferta che ha comunque messo in risalto la determinazione e l’unità d’intenti della squadra di mister Toccoli, che esce vittoriosa da un campo ostico quale il “De Varda” di Mezzolombardo.
Il Trento sale così a quota 34 punti in classifica e allunga sul San Giorgio, fermato sul pareggio dal Comano Fiavè.

Il tabellino.

ROTALIANA – TRENTO 1-3
ROTALIANA: Rossatti, Ceccon, Wegher (17’st L. Moser), Bonenti, Rellab (31’st Bergamo), Dauti, Biaggini, Orsini, Ermon, Ruggiero, T. Moser.
A DISPOSIZIONE: Vian, Imperatore, Ghersini, Marnichel, Avi, Moser, Iori, Al Salih.
Allenatore: Paolo Marignoli
TRENTO: Conci, Paoli, Badjan, Carella, Panizza (7’st Trainotti), Pettarin, Caporali, Trevisan (7’st Battisti), Ferraglia (15’st Santuari), Pietribiasi (41’st Celfeza), Sottovia.
A DISPOSIZIONE: Marcolla, Pederzolli, Marcolini, Baido, Spiro.
Allenatore: Flavio Toccoli
ARBITRO: Ugolini di Trento (Mehilli di Trento e Azam di Arco Riva)
RETI: 4’pt Sottovia (T), 23’st Rella (R), 25’st Paoli (T), 45’st Badjan (T).
NOTE: spettatori 300 circa. Campo sintetico in buone condizioni. Clima freddo e ventoso, Recupero 0′ + 4′.

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti e di profilazione, per personalizzare la tua esperienza utente. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi