A LAVIS (ORE 15.30) PER CONFERMARSI IN VETTA: IL TRENTO VA A CACCIA DEL QUARTO SUCCESSO IN CAMPIONATO. TRA I CONVOCATI ANCHE IL NEOACQUISTO ANDREA TRAINOTTI

Dopo aver superato a pieni voti il girone di Coppa Italia, per i gialloblù è tempo di rituffarsi nel campionato. Domenica pomeriggio (calcio d’inizio alle ore 15.30) Pettarin e compagni saranno di scena al “Mario Lona” per affrontare i padroni di casa del Lavis, una delle formazioni meglio attrezzate del torneo d’Eccellenza. Per gli aquilotti si tratterà del primo incrocio con una squadra trentina, visto che nelle prime tre giornate hanno affrontato – e sconfitto (3 a 0 al San Martino, 7 a 0 al Lana e 1 a 0 al Termeno) – esclusivamente formazioni provenienti dalla provincia di Bolzano. Il Lavis ha, invece, sin qui conquistato due punti per effetto della sconfitta patita sul campo del San Giorgio e dei pareggi raccolti contro Comano Terme Fiavè e San Martino.
Dirigerà la sfida il signor Alessio Vincenzi della sezione di Bologna, coadiuvato dagli assistenti Mohamed El Hadi e Linda De Carli di Rovereto.

In campo.
Mister Flavio Toccoli dovrà a fare meno dell’infortunato Lorenzo Ferraglia. Convocato anche Andrea Trainotti, neoacquisto del club gialloblù.

I nostri avversari.
L’Unione Sportiva Lavis è stata fondata nel 1953 e, sin da principio, è stata attiva in molti settori, tra cui ovviamente il calcio. Nel 2014 il sodalizio rossoblù ha conquistato la promozione in Eccellenza, categoria nella quale milita per la sesta stagione consecutiva. Per il secondo anno sulla panchina della formazione rotaliana siede l’esperto Mauro Bandera, tecnico che ha al proprio attivo anche una felice esperienza in serie D con il Dro.
Gli elementi di spicco dell’organico rossoblù sono il portiere Jonathan Nervo, cresciuto nel settore giovanile dell’Hellas Verona e già in serie D con il Levico Terme, il difensore (e capitano) Nicola Coppi, ex Mezzocorona e Porfido Albiano, il centrocampista veneto Davide Caldato e gli attaccanti Nicola Donati (in D con Fersina e Dro) e Marco Canali, quest’ultimo probabilmente ai box dopo un’operazione al ginocchio.
Il Lavis gioca le gare interne allo stadio “Mario Lona”. I colori sociali sono il rosso e il blu.

Gli ex della partita.
Tre saranno gli ex della sfida, a partire dal centrocampista gialloblù Gabriel Santuari, originario di Lavis, che ha mosso i primi passi calcistici nel settore giovanile del sodalizio rotaliano.
Due, invece, sono i giocatori in forza al Lavis che hanno trascorsi con la maglia Trento, ovvero il centrocampista Filippo Raffaelli, in gialloblù nella stagione 2010 – 2011 (12 presenze in serie D) e del portiere Saimir Kodra, in forza al Trento (in Promozione) nell’annata 2014 – 2015.

I precedenti.
Quella di domenica sarà la quarta sfida ufficiale tra le due formazioni. I due recenti precedenti risalgono alla stagione 2016 – 2017 nel campionato d’Eccellenza con il Trento che s’impose per 1 a 0 all’andata in trasferta (rete di Lucena Gonzales) e 2 a 1 al ritorno (gol di Bentivoglio e Gherardi per i gialloblù, Dalfovo per i rotaliani).
L’altro incrocio tra le due squadre risale al 2013: in Coppa Italia il Lavis superò per 2 a 0 il Trento con marcature di Addi e Holler.

Partite e arbitri della quarta giornata (ore 15.30)
Anaune Vdn – Comano Terme Fiavè (Calvara di Trento)
Bozner – San Martino Moso (Piccolo di Bolzano)
Brixen – Rotaliana (Saugo di Bassano del Grappa)
Lavis – Trento (Vincenzi di Bologna)
Maia Alta – San Giorgio (Ugolini di Trento)
Mori Santo Stefano – Arco 1895 (Tonini di Bolzano)
Termeno – Lana (rinviata)
ViPo Trento – San Paolo (Ismail di Rovereto)

La classifica.
Trento, San Paolo e San Giorgio 9 punti; Rotaliana e Bozner 6; Arco 1895, ViPo Trento, San Martino Moso e Brixen 4; Maia Alta, Termeno e Lana 3; Lavis 2; Comano Terme Fiavè e Anaune Vdn 1; Mori Santo Stefano 0.

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti e di profilazione, per personalizzare la tua esperienza utente. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi