TRENTO TRAVOLGENTE AL “QUERCIA”: 5 A 1 AL ROVERETO E QUALIFICAZIONE AI QUARTI DI FINALE DI COPPA ITALIA IPOTECATA

Il Trento prosegue la propria marcia in Coppa Italia a suon di… cinque reti. Dopo aver piegato per 5 a 0 il Volano nella gara inaugurale, i gialloblù superano per 5 a 1 il Rovereto nella sfida del “Quercia, che metteva di fronte le due realtà più importanti dei maggiori centri della Provincia. Apre le danze Sottovia, raddoppia Baido, Ferraglia firma il terzo gol e poi i giovani Comper e Battisti arrotondano il risultato. Nel corso del match il tecnico aquilotto ha dato ampio spazio ai tanti giovani presenti in organico: basti pensare che il Trento ha chiuso l’incontro con ben cinque under a referto, due atleti classe 2000, due nati nel 1999 con i soli Carella (21 anni) e Caporali (25 anni) quali elementi over 20.

Live match. 

Mister Flavio Toccoli si affida al “4-3-1-2”, lasciando a riposo alcuni elementi impiegati sabato scorso in campionato contro il San Martino. Davanti a Conci la linea difensiva è formata da Paoli e Panizza sulle corsie esterne con Marcolini e Carella al centro. Capitan Pettarin agisce da playmaker con Trevisan e Caporali interni, mentre Ferraglia e Baido agiscono alle spalle del centravanti Sottovia.
Il Trento assume subito il controllo delle operazioni e spinge forte. Al 6′ la conclusione di Paoli viene deviata in calcio d’angolo da un difensore e, sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, Sottovia batte a colpo sicuro ma Rocca è bravissimo nella risposta in tuffo. Il monologo dei gialloblù prosegue con il tiro a lato di Marcolini (10′), la la conclusione di Sottovia deviata oltre il fondo da un difensore (14′) e la volée di Pettarin che termina alta di poco (17′).
Al minuto 24 Caporali viene imbeccato in verticale e si presenta a tu per tu con Rocca, ma il tiro del numero sette gialloblù è centrale e viene bloccato da Rocca. Il gol è nell’aria e al 27′ il Trento passa in vantaggio: calcio di punizione dalla destra di Trevisan che pesca a centroarea Sottovia, abile a deviare in fondo al sacco. Passano tre minuti e arriva anche il raddoppio: Sottovia si trasforma in assist man e pesca in profondità Baido, che giunge a tu per tu con il portiere del Rovereto e lo batte di giustezza.
Baido sfiora la traversa (32′) e, prima dell’intervallo, Ferraglia manca di un soffio l’incrocio dei pali con un sinistro che si accomoda sul fondo. Poco male perché, al primo affondo della ripresa, il numero dieci si rifà e firma il tris con una conclusione mancina dall’interno dell’area di rigore.
Mister Toccoli, nel giro di venti minuti, ridisegna la squadra, gettando nella mischia Badjan, Celfeza, Comper e Battisti per un Trento decisamente “verde”. Al 78′ proprio il classe 2003 lascia il segno, dopo aver timbrato il cartellino all’esordio contro il Volano, con un tap in da distanza ravvicinata dopo che Rocca si era ben opposto alla conclusione di Celfeza.
Entra anche Pederzolli (per lui esordio stagionale al pari di Celfeza), con il Rovereto che generosamente spinge alla ricerca del gol della bandiera, che giunge all’83’ con il tiro di Piccinini, che indovina l’angolo alla destra dell’incolpevole Conci.
Non è però finita, perché in pieno recupero c’è gloria anche per Battisti che, dai sedici metri, batte Rocca con un tiro “sporco”, che tocca terra e risulta imprendibile per il numero uno del Rovereto.
Finisce 5 a 1 per il Trento, che sale a quota 6 punti nella classifica del girone A e ipoteca il passaggio del turno: nell’ultima gara della prima fase, in programma mercoledì 18 settembre al “Briamasco” contro l’Alense, ai gialloblù basterà pareggiare per vincere il proprio raggruppamenti e raggiungere i quarti di finale.

Il tabellino.

FC ROVERETO – AC TRENTO 1-5
FC ROVERETO: Rocca, Volani, Agatiello, Agosti, Zandonai, Scremin (1’st Cesarini Sforza), Mutinelli, Bertagna (1’st Piccinini), Tognotti (1’st Poli), Campolongo, Calliari (20’st Dallapiccola).
A disposizione: Pedri, Beber, Cuccarello, Tranquillini, Manfredi.
Allenatore: Paolo Eccher.
AC TRENTO (4-3-2-1): Conci; Paoli (8’st Badjan), Marcolini (35’st Pederzolli), Carella; Panizza; Trevisan, Pettarin (27’st Battisti), Caporali; Baido (17’st Celfeza), Ferraglia; Sottovia (17’st Comper).
A disposizione: Cazzaro, Santuari, Ceccarini, Pietribiasi.
Allenatore: Flavio Toccoli.
ARBITRO: Nisi di Trento (Alberto di Trento e Giovannini di Rovereto).
RETI: 27’pt Sottovia (T), 30’pt Baido (T), 6’st Ferraglia (T), 33’st Comper (T), 38’st Piccinini (R), 46’st Battisti (T).
NOTE: spettatori 200 circa. Campo in perfette condizioni. Serata tipicamente autunnale. Ammoniti Mutinelli (R), Piccinini (R) e Trevisan (T) per gioco falloso. Calci d’angolo 6 a 2 per il Trento. Recupero 1′ + 4′.

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti e di profilazione, per personalizzare la tua esperienza utente. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi