SFIDA ALLA CAPOLISTA: DOMENICA AL “BRIAMASCO” (ORE 14.30) ARRIVA L’ADRIESE

Prima convocazione in gialloblù per il neoacquisto Giulio Sanseverino

Al “Briamasco” arriva la prima della classe: domenica pomeriggio (kick off alle ore 14.30) il Trento affronterà l’Adriese nella ventiseiesima giornata del girone C di serie D, la nona della fase discendente di torneo. Prima convocazione per il centrocampista Giulio Sanseverino, neoacquisto del club. La formazione veneta guida il raggruppamento con 51 punti – tre in più dell’Arzignano Valchiampo – e vanta il miglior attacco del torneo con Marangon e Aliù che hanno messo a segno due terzi delle marcature realizzate dalla squadra rodigina. In casa i gialloblù hanno sin qui conquistato 11 punti per effetto dei successi ottenuti contro Levico Terme Cjarlins Muzane e dei pareggi contro Este, Union Feltre, Montebelluna, Campodarsego e Chions, mentre l’Adriese ha raccolto in trasferta 19 punti in 12 partite con uno score complessivo di 5 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte.
Dirigerà l’incontro Simone Piazzini della sezione di Prato, coadiuvato dagli assistenti Voytyuk di Ancona e Cordella di Pesaro.

In campo.
Mister Loris Bodo ha tutto l’organico a disposizione, con la sola eccezione del lungodegente Mauro Scaglione e ha convocato 21 giocatori.

I nostri avversari.
L’Unione Sportiva Adriese è stata fondata nel 1906. Nel corso della sua ultracentenaria storia, il sodalizio della provincia di Rovigo ha militato anche per tre stagioni in serie C2 (dal 1978 al 1981) ed affronta il campionato di serie D per la diciassettesima volta.
Gli elementi di spicco dell’organico affidato al 38enne Michele Florindo, alla sua prima stagione sulla panchina dell’Adriese dopo aver allenato Piovese ed Este, sono il bomber Giacomo Marangon, capocannoniere del girone con 19 reti in 23 presenze, alla sua sesta stagione all’Adriese dopo quattro anni al Delta Porto Tolle, con cui ha militato anche in C2, e il compagno di reparto Grasjan Aliù, secondo nella graduatoria dei bomber con 15 gol in 24 partite, arrivato in estate all’Adriese dopo aver vestito le maglie di Abano, Albignasego, Este e Campodarsego.
Altri giocatori di spessore dell’organico sono il centrocampista Andrea Delcarro (5 gol in stagione), ex Rudianese, Caravaggio, Levico Terme e Clodiense, i difensori Maicol Pagan (ex Chioggia, Valenzana, Virtus Vecomp, Trissino, Liventina e Abano) e Gianluca Meneghello (ex Este, Abano e Matelica: 179 presenze in categoria) e l’altro attaccante Riccardo Santi, ex Alghero, Flaminia Civitacastellana, Rieti, Gaeta, Savona, Casale, Voluntas Spoleto, Lavagnese, Clodiense, Union Ripa La Fenadora e Renate, che in questa stagione ha già segnato 7 gol.
Il colore sociale dell’Adriese è il granata.

Gli ex della partita.
Due saranno gli ex della sfida, ovvero l’attaccante gialloblù Marco Roveretto, che nella prima parte della stagione 2016 – 2017 ha vestito la maglia dell’Adriese totalizzando 12 presenze e mettendo a segno una rete e il difensore veneto Nicola Calcagnotto, oggi in forza alla squadra rodigina, ma lo scorso anno a Trento sino a dicembre (per lui 11 presenze e 1 gol).

I precedenti.
Oltre alla sfida d’andata, gli unici due precedenti ufficiali tra Trento e Adriese risalgono allo stagione 1979- 1980 quando le due formazioni s’affrontarono in serie C2: sia il match d’andata che quello di ritorno terminarono 0 a 0.

Così all’andata.
La sfida disputata lo scorso 10 novembre allo stadio “Luigi Bettinazzi” di Adria si concluse con la vittoria dei veneti per 4 a 1.

ADRIESE – TRENTO 4-1
ADRIESE (4-3-3): Motti; Anostini, Pagan (42’st Torregrossa), Meneghello, Boscolo Bisto (44’st Boldrin); Boreggio (22’st Scarparo), Boscolo Berto, Buratto; Aliù (43’st Nicoloso), Santi (16’st Delcarro), Marangon.
A disposizione: Toffano, Calcagnotto, Del Piccolo, Serafin.
Allenatore: Michele Florindo.
TRENTO (4-4-2): Barosi; Carella (34’st Romagna), Panariello, Sabato, Badjan; Furlan (1’st Paoli), Dragoni, Selvatico (12’st Bertaso), Baronio (19’st Ferraglia); Bertoldi (1’st Bardelloni), Bosio.
A disposizione: Russo, Cazzago, Kostadinovic, Trevisan.
Allenatore: Luciano De Paola.
ARBITRO: Cannata di Faenza (De Lorenzi di Parma e Facchini di Bologna).
RETI: 20’pt Baronio (T), 30’pt Marangon (A), 32’pt Aliù (A), 38’st Pagan (A), 40’st Marangon (A).
NOTE: campo in buone condizioni. Spettatori 400 circa. Ammoniti Aliù (A), Barosi (T) e Furlan (T), tutti per gioco falloso. Calci d’angolo 6 a 3 per l’Adriese. Recupero 1′ + 4′.

Partite e arbitri della ventiseiesima giornata (ore 14.30).
Belluno – Clodiense Chioggia (Sanzo di Agrigento)
Campodarsego – Arzignano Valchiampo (Frascaro di Firenze)
Cartigliano – Levico Terme (Djurdjevic di Trieste)
Cjarlins Muzane – Union Feltre (Peletti di Crema)
Delta Porto Tolle – Este (Gasperotti di Rovereto)
Sandonà – Montebelluna (Tartarone di Frosinone)
Tamai – San Giorgio (Schiavon di Treviso)
Trento – Adriese (Piazzini di Prato)
Virtus Bolzano – Chions (Gauzolino di Torino)

La classifica del girone C.
Adriese 51 punti; Arzignano Valchiampo 48; Union Feltre e Campodarsego 44; Virtus Bolzano 43; Delta Porto Tolle 38; Cjarlins Muzane e Chions 33; Este 32; Montebelluna 31; Cartigliano 30; San Giorgio e Belluno 29; Levico Terme e Sandonà 27; Clodiense Chioggia 23; Tamai 19; Trento 18.

I CONVOCATI
PORTIERI: Barosi (00); Guadagnin (99).
DIFENSORI: Badjan (99); Baronio (99); Carella (98); Mureno (92); Panariello (88); Romagna (99); Sabato (82); Zucchini (95).
CENTROCAMPISTI: Bertaso (98); Frulla (92); Furlan (85); Paoli (97); Sanseverino (94); Trevisan (00).
ATTACCANTI: Bosio (92); Cristofoli (83); Islami (00); Petrilli (87); Roveretto (87).

Leave a Reply

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti e di profilazione, per personalizzare la tua esperienza utente. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi