IL TRENTO STRAPPA UN PUNTO IN ALTO ADIGE: CONTRO IL SAN GIORGIO TERMINA A RETI BIANCHE

Gli aquilotti controllano il gioco per tutta la partita ma non riescono a trovare la via del gol

Questione di centimetri. Il tiro di Baronio al 93’ grida ancora vendetta, la manona di Demetz nega la gioia del gol al classe ’99 e costringe il Trento ad accontentarsi di un punto. Un pareggio che sta stretto alla truppa di De Paola, capace di condurre le trame del gioco per tutto l’arco della partita. Un punto che comunque “fa classifica”, con la zona playout che ora dista solamente due punti.

LIVE MATCH

Per la delicata sfida contro la compagine altoatesina mister De Paola conferma il 3-5-2: davanti ai pali difesi da Barosi agiscono Carella, Panariello e Sabato, sulle corsie laterali spazio a Badjan e Romagna, nella zona nevralgica del campo capitan Furlan è protetto da Dragoni e Trevisan, mentre in avanti fiducia al tandem Bardelloni-Bosio
L’avvio di match è a forti tinte gialloblù: al 4’ dagli sviluppi di un calcio d’angolo Bardelloni “spizza” di testa ma la sfera si spegne alta sopra i pali difesi dall’ex di turno Demetz. Il Trento attacca senza soluzione di continuità, dieci giri di lancette più tardi  e Bardelloni guadagna lo spazio per calciare dai venti metri ma la sfera non inquadra lo specchio della porta. Il canovaccio della partita è chiaro, il Trento conduce le danze controllando il pallino del gioco mentre i padroni di casa aspettano guardinghi nella propria metà campo per poi ripartire in contropiede. Al 21’ doppia occasione per il Trento: prima Romagna arriva a concludere dal limite dell’area (blocca Demetz a terra), poi Leo Brugger anticipa in extremis l’accorrente Bosio in area di rigore. Barosi rimane inoperoso e al 37’ arriva la prima vera occasione da rete dell’incontro: Dragoni lavora un bel pallone sulla sinistra, si libera di Aichner e serve Bardelloni che in mezzo all’area di rigore stacca ma la sfera si perde sul fondo.
Il San Giorgio si fa vedere con un timido colpo di testa di Ritsch, prima della conclusione di Julian Bacher in pieno recupero che impegna Barosi in una parata a terra in due tempi.
La ripresa si apre con mister De Paola che sostituisce capitan Furlan con Selvatico per cercare maggior qualità  in mezzo al campo. La partita si alza di tono, l’allenatore avversario Morini viene allontanato dal campo a causa delle veementi proteste. Al 13’ dagli sviluppi di un calcio d’anglo, la palla s’impenna in mezzo all’area, la sfera resta viva e arriva a Romagna, con il traversone del classe ’99 che non riesce a trovare l’impatto di nessun compagno.
I padroni di casa sono vivi e al 16’ Julian Bacher si alza in cielo e incorna verso la porta aquilotta con Barosi che risponde presente grazie ad un poderoso intervento. La risposta del Trento è affidata a Selvatico con un tiro dalla distanza, ma è ancora il San Giorgio a rendersi pericoloso con una conclusione di Ritsch.
Il canovaccio dell’incontro non cambia, al 27’ Selvatico s’incarica di battere un calcio di punizione dalla tre quarti campo, il playmaker bresciano scodella la sfera in mezzo all’area di rigore dove Dragoni mette a lato di testa. Non passa neanche un minuto che Bardelloni sfonda sulla sinistra, trova Bosio con un bel traversone ma Demetz blocca ancora a terra.
Al 77’ è il turno anche di Sabato, l’esperto difensore gialloblù raccoglie una sfera vagante da posizione favorevole e conclude verso la porta, Leo Brugger s’immola, ci mette letteralmente la faccia e blocca la sfera.
La partita sembra non regalare più emozioni ma al terzo minuto di recupero Bardelloni riparte in contropiede, tocca per Baronio che con una grande conclusione dal limite dell’area chiama letteralmente Demetz al miracolo.
Termina così senza vincitori né vinti con il Trento che scenderà nuovamente in campo (presumibilmente) nella giornata di sabato (per l’anticipo della quattordicesima giornata, kick-off alle 14.30) per affrontare tra le mura amiche del Briamasco il Montebelluna.

Il tabellino dell’incontro

SAN GIORGIO – AC TRENTO 0 – 0
SAN GIORGIO: Demetz, Aichner, Harrasser, L. Brugger, J. Bacher (34’st Stark), Ritsch, M. Bacher, Schwingschackl, Zulic, Treccani, Boggian (24’st Felder).
A disposizione: Negri Bevilacqua, Gruber, Mitterutzner, Traifoier, Messner, Colosio, G. Brugger.
Allenatore: Patrizio Morino.
AC TRENTO: Barosi, Badjan, Carella, Bosio, Bardelloni, Romagna (26’st Baronio), Trevisan, Furlan (1’st Selvatico), Dragoni (45’st Paoli), Panariello, Sabato.
A disposizione: Russo, Zucchini, Bertaso, Kostadinovic, Ferraglia, Bonazzi.
Allenatore: Luciano De Paola.
ARBITRO: Cecchin di Bassano del Grappa (Sugamiele e Santoni di Cesena).
NOTE: campo in buone condizioni. Spettatori 200 circa. Ammoniti Aichner (SG), L. Brugger (SG), Felder (SG), Sabato (T), Baronio (T). Calci d’angolo 6 a 3 per il Trento. Recupero 1’ + 4’. Espulso all’11’st l’allenatore Patrizio Morini (SG).

 

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi