AL “BRIAMASCO” ARRIVA LA PRO PATRIA E IL TRENTO VA A CACCIA DELL’IMPRESA

Contro la seconda della classe, gli aquilotti cercano punti pesanti. Out Dadson, rientrano Carella e Bortoli.

Dopo la corroborante vittoria di sette giorni sul campo della Grumellese, il Trento cerca un altro risultato importante per avvicinarsi prima possibile alla quota salvezza: nella 35esima giornata del girone B, al “Briamasco” gli aquilotti affronteranno la Pro Patria, seconda della classe e ancora in corsa per il passaggio di categoria, visto che i lombardi hanno quattro punti di distacco dal Rezzato, ma con una gara in meno. Esordio casalingo per mister Claudio Rastelli. Dirigerà la sfida il Signor Giuseppe Collu della sezione di Cagliari, coadiuvato dagli Assistenti Giovanni Masini della sezione di Gorizia e Fabio Fabris della sezione di Pordenone.
Il Trento scenderà in campo con il lutto al braccio per ricordare Amedeo Citroni, grande tifoso gialloblù, scomparso prematuramente nei giorni scorsi.

In campo.
Mister Rastelli ha convocato 21 giocatori per la sfida contro la Pro Patria. Assente Papa Dadson per squalifica, il tecnico gialloblù ritrova il difensore Filippo Carella e il centrocampista Marco Bortoli.

I nostri avversari.
La società venne fondata nel 1919 con il nome di Pro Patria ed Libertate, anche se gli albori del calcio bustocco risalgono addirittura al 1881 quando la Società Ginnastica Pro Patria et Libertate praticava – seppur in maniera non ufficiale – il calcio.
Nel palmares del sodalizio biancoblu ci sono ben 12 stagioni in serie A (dal 1929 al 1933, dal 1947 al 1953, dal 1954 al 1956). L’attuale denominazione, Aurora Pro Patria 1919, risale invece al 2009, dopo il fallimento della società che, nella stagione precedente, aveva raggiunto addirittura il secondo posto nel girone A di Lega Pro Prima Divisione, perdendo la finale playoff contro il Padova.
Gli elementi di spicco dell’organico a disposizione del tecnico Ivan Javorcic, ex calciatore professionista con le maglie di Hajduk Spalato, Brescia, Crotone, Treviso, Arezzo, Pizzighettone e Feralpi Lonato e poi tecnico nel settore giovanile del Brescia, Mantova (Lega Pro) e Pro Patria, per l’appunto, sono senza dubbio gli attaccanti Mario Santana e Giuseppe Le Noci.
Classe 1981, l’argentino Santana è arrivato alla Pro Patria a gennaio 2016 e ha al proprio attivo 13 stagioni in serie A disputate con le maglie di Venezia, Chievo, Palermo, Fiorentina, Napoli, Cesena, Torino e Genoa per un totale di 255 presenze e 28 marcature. Giuseppe Le Noci, invece, è approdato in estate alla Pro Patria, dopo una lunghissima carriera sui campi di serie C1 e C2, dove ha segnato qualcosa come 135 reti in 463 presenze con le maglie di Aglianese, Alto Adige, Carpenedolo, Pergocrema, Hellas Verona, Cremonese, Como e Teramo. Attenzione anche all’altro attaccante, il fiorentino Niccolò Gucci, autore già di 12 reti in stagione e oltre 100 in categoria con le maglie di Fortis Juventus, Scandicci, Pistoiese, Correggese, Ama Juventus Fano e Varese.
Oggi non saranno della partita Bortoluz e Mozzanica mentre, dopo diverse settimane di stop, ci sarà Santana, convocato dal tecnico Javorcic.

La probabile formazione della Pro Patria (3-5-2): Mangano (99) – Molnar, Zaro, Scuderi (98) – Cottarelli (98), Gazo, Pettarin, Disabato, Galli (97) – Gucci, Le Noci.
A disposizione: Guadagnin, Colombo, Marcone, Ugo, Arrigoni, Chiarion, Pedone, Santana, Ghioldi.

Gli ex della partita.
La sfida di domani non avrà alcun ex tra campo e panchina.

I precedenti.
Gli ultimi confronti diretti tra le due formazioni – eccezion fatta per la sfida d’andata – risalgono addirittura alla stagione 1984 – 85, quando Pro Patria e Trento si affrontarono nel campionato di serie C2. Il match d’andata, disputato il 14 ottobre 1984 al “Carlo Speroni”, si concluse con il successo dei lombardi per 1 a 0 (gol di Labadini), mentre al ritorno (24 febbraio 1985) fu il Trento a vincere per 1 a 0 grazie alla marcatura siglata da Lomanno. La stagione si concluse con la promozione dei gialloblù in serie C1, che conquistarono il passaggio di categoria dopo la vittoria nello spareggio di Mantova contro l’Ospitaletto.
Nella storia i precedenti tra le due squadre sono 14 con perfetto equilibrio: 5 successi per il Trento, altrettanti per la Pro Patria oltre a quattro pareggi. I gialloblù, tra l’atro, non hanno mai espugnato il “Carlo Speroni” di Busto Arsizio.

Così all’andata.
La sfida disputata il 26 novembre 2017 allo stadio “Carlo Speroni” di Busto Arsizio si concluse con la vittoria per 3 a 1 della Pro Patria. Di Badjan la rete gialloblù.

AURORA PRO PATRIA – TRENTO 3-1
AURORA PRO PATRIA (3-5-2): Mangano; Molnar, Zaro, Scuderi (23’st Marcone – 33’st Chiarion); Cottarelli, Colombo, Pettarin, Gazo, Galli; Gucci (28’st Le Noci), Santana (39’st Bortoluz).
A disposizione: Guadagnin, Mozzanica, Disabato, Ugo, Arrigoni.
Allenatore: Ivan Javorcic.
TRENTO (3-5-1-1): Grubizza; Giacomoni, Sorbo, Diop; Paoli, Bertaso (16’st Ferraglia), Bacher (34’pt Appiah), Boldini (20’st Duravia), Furlan (39’st Gattamelata); Pangrazzi (35’st Badjan); Zecchinato.
A disposizione: Cuoco, Rippa, Casagrande, Osti.
Allenatore: Antonio Filippini.
ARBITRO: Votta di Moliterno (Gargano e Lambiase di Palermo).
RETI: 1’pt e 11’st Santana (P), 16’st Gucci (P), 41’st Badjan (T).
NOTE: campo in discrete condizioni. Spettatori 800 circa. Espulso Appiah (T) al 27’st per gioco violento. Ammoniti Colombo (P), Scuderi (P), Boldini (T), Bertaso (T) e Furlan (T) per gioco falloso, Zaro (P) per comportamento non regolamentare. Calci d’angolo 3 a 3. Recupero 3′ + 4′.

LA CLASSIFICA DEL GIRONE B
Rezzato* 73 punti; Pro Patria 69; Pontisola 65; Pergolettese 60; Darfo Boario 58; Virtus Bergamo 55; Lecco* 54; Caravaggio 44; Bustese Milano City 42; Levico Terme 41; Crema, Ciliverghe Mazzano e Lumezzane* 40; Scanzorosciate 38; Trento 36; Ciserano* 30; Dro Alto Garda 27; Grumellese 26; Romanese 11. *: una partita in più.

I CONVOCATI
PORTIERI: Festa (99); Matin (98).
DIFENSORI: Badjan (99); Carella (98); Casagrande (91); Giacomoni (87); Kostadinovic (92); Sorbo (91); Toscano (98).
CENTROCAMPISTI: Appiah (93); Bacher (88); Bertaso (98); Boldini (92); Bortoli (94); Furlan (85); Paoli (97).
ATTACCANTI: Aperi (92); Bardelloni (90); Ferraglia (99); Pangrazzi (98); Zecchinato (90).

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi