EUREGIO CUP: PRIMO IMPEGNO IN TERRA ALTOTESINA PER IL TRENTO

Dopo le tre gare interne al Briamasco contro Napoli, Bari e Inter Primavera, il Trento risale fin quasi alla sorgente dell’Adige per disputare la seconda edizione dell’Euregio Cup, in programma il 6 e 7 agosto a Castelbello-Ciardes tra le squadre vincitrici delle rispettive coppe provinciali.
Insieme ai gialloblù scenderanno in campo il Nußdorf/Debant (Tirolo dell’Est), lo Swarovski Wattens (Tirolo del Nord) e la Virtus Bolzano di Mister Luca Lomi, in una manifestazione il cui fine è promuovere lo spirito euroregionale anche sul rettangolo di gioco.
Lo scorso anno il trofeo si disputò ad Hall in Tirolo e gli aquilotti andarono vicinissimi alla vittoria. Solo un rigore di Thomas Albanese, infatti, permise al San Giorgio di avere la meglio. Oggi l’obiettivo è tornare in finale anche per rivivere una sfida che i tifosi regionali ricordano con grande nostalgia: lo storico derby tra Trento e Bolzano di cui la Virtus, che sta preparando il campionato di serie D, eredita colori e blasone dopo la fusione tra Virtus Don Bosco e Bolzano.
Per arrivarvi dovranno superare una concorrenza tirolese molto agguerrita a cominciare da uno Swarovski Wattens appena salito nella Erste Liga, la seconda serie austriaca. L’altra compagine austriaca è il Nußdorf/Debant che milita nell’Unterliga West, sesta divisione austriaca.
Il torneo, presentato la scorsa settimana in una conferenza stampa tenutasi a Bolzano cui hanno partecipato i presidenti delle federazioni Karl Rungger (Alto Adige), Ettore Pellizzari (Trentino) e Josef Geisler (Tirolo), ed il sindaco del Comune di Castelbello-Ciardes, Gustav Tappeiner, si svolge col seguente programma:
– sabato 6 semifinali
1. ore 14:30 Trento – FC-WR Nussdorf-Debant
2. ore 16:45 AC Virtus Bolzano – WSG Wattens Fussball
– domenica 7 finali
1. ore 9:00 Finale per il 3°- 4° posto tra le perdenti delle semifinali
2. ore 11:00 ‪Finale per il 1°- 2° posto tra le vincenti delle semifinali
Stefano Manfioletti, che da questo torneo e dal triangolare contro Arco e Levico di venerdì 12 attende le ultime indicazioni prima dell’esordio ufficiale nel match di Coppa Italia di domenica 21, doserà le energie disponibili utilizzando al meglio gli elementi a sua disposizione. «L’occasione è utile ad allargare lo spettro delle soluzioni che stiamo affinando – dichiara il tecnico trentino alla vigilia della seduta di rifinitura – e per fare una valutazione sullo stato di forma complessivo man mano che ci avviciniamo agli impegni ufficiali cui io, per primo, e la società teniamo molto.»

Questo sito web utilizza cookie, anche di terze parti e di profilazione, per personalizzare la tua esperienza utente. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi